FIBA Europe Cup: Varese corsara in Olanda, il Donar Groningen cede 67-73

L'immagine può contenere: 2 persone

Ritrova il successo la Pallacanestro Varese che, dopo il ko contro Pistoia di domenica scorsa, espugna il campo del Donar Groningen con il risultato di 73 a 67 in occasione della terza gara del Second Round di FIBA Europe Cup. Ancora privi di capitan Ferrero, Scrubb e compagni si sono messi in luce in terra olandese al termine di un match equilibrato che i biancorossi hanno “azzannato” tra la fine del terzo periodo e l’inizio del quarto, quando sono riusciti ad accumulare quel margine di sicurezza utile per riuscire a controllare il match limitando ogni tentativo di rientro dei padroni di casa. I ragazzi di Coach Caja torneranno in campo domenica, quando alla Enerxenia Arena, alle ore 20:45, sarà ospite la Virtus Bologna per l’ultima giornata del girone di andata del campionato di LBA.

Cain inaugura il match con un buon canestro da sotto e lancia i suoi che sono bravi a chiudere gli spazi in difesa e ad allungare con Moore per il momentaneo +5 (2-7) che obbliga coach Braal al timeout. La strigliata sblocca i suoi, ma non frena i biancorossi che vanno sul +6 (5-11) con Scrubb, prima di subíre il parziale dei padroni di casa che, al 10′, trovano il pareggio a quota 13.
I 5 punti consecutivi di Tambone e Natali aprono il secondo periodo del match; gli olandesi non si perdono d’animo e, presi per mano da Jeter, tornano a farsi sotto (21-22) per poi piazzare la bomba del sorpasso (24-22) con Sitton. Varese inizialmente sbanda, ma poi si riassesta con Moore, la cui bomba vale il 35-35 di metà gara.

I biancorossi tornano in campo dopo l’intervallo con la giusta concentrazione che frutta un parziale di 8 a 0 timbrato al duo Archie-Avramovic. Groningen risponde con la tripla di Sitton, ma Varese cancella tutto con Avramovic, il cui gioco da 3 punti vale il momentaneo +11 (38-49), gap che, poco dopo, Salumu allarga con la tripla del 52-40. Nonostante il largo svantaggio, il Donar trova le forze per recuperare ed impattare a quota 52 grazie alle sfuriate di Gipson, anche se al 30′ Salumu rimette, in parte, le cose a posto grazie ai “cesti” del 52-57.
Sitton apre gli ultimi dieci minuti di gioco con la bomba del -2 (55-57), ma Varese è brava a rispondere con Archie e, successivamente, Scrubb, che riescono a firmare il temporaneo +6 (60-66). La reazione dei padroni di casa, stavolta, non arriva e i biancorossi, pur non riuscendo mai a chiudere il match in anticipo, riescono a controllare fino al 73-67 del 40′.

DONAR GRONINGEN-PALLACANESTRO VARESE: 67-73

Donar Groningen: Sitton 18, Cunningham 4, Gipson 9, Dourisseau 3, Hammink 6, Koenis 5, Mast 2, Hoeve ne, Dendy 2, Pasalic 3, Jeter 15, Slagter. Coach: Erik Braal.

Pallacanestro Varese: Archie 12, Avramovic 7, Gatto ne, Iannuzzi, Natali 6, Salumu 8, Scrubb 14, Verri ne, Tambone 6, Cain 8, Ferrero ne, Moore 12. Coach: Attilio Caja.

Arbitri: Coelho – Stoica – Larsen.

Parziali: 13-13; 22-22; 17-22; 15-16. Progressivi: 13-13; 35-35; 52-57; 67-73.

Note – T3: 10/28 Donar Groningen, 12/30 Varese; T2: 15/32 Donar Groningen, 15/33 Varese; TL: 7/9 Donar Groningen, 7/14 Varese. Rimbalzi: 35 Donar Groningen (Gipson 5), 34 Varese (Archie 8); Assist: 20 Donar Groningen (Jeter 9), 13 Varese (Avramovic 4).

Ufficio Stampa Pallacanestro Varese