fbpx
Home Coppe Europee Dinamo Sassari campione della FIBA Europe Cup! A Wurzburg è primo alloro europeo!!!
Dinamo Sassari campione della FIBA Europe Cup! A Wurzburg è primo alloro europeo!!!

Dinamo Sassari campione della FIBA Europe Cup! A Wurzburg è primo alloro europeo!!!

0

Il Banco di Sardegna Dinamo Sassari entra nella storia e vince la FIBA Europe Cup!

S.Oliver Wurzburg ci ha provato in tutti i modi a far male al Banco, arrivando sul +11 come massimo divario al 25′ sul 57-46. Ma la Dinamo non ha mai mollato: Polonara, Pierre, Smith e Thomas, oltre alla garra e alla sostanza di Gentile e Spissu, gli artefici del successo in gara-2 (il 14mo consecutivo della Dinamo in stagione). Alla squadra tedesca non sono bastate le prove di Wells e Bowlin.

CRONACA_ Si parte dall’89-84 con cui la Dinamo vinse l’andata, dal +5.
Il primo quarto è tutto sotto l’inserzia di Wurzburg che comincia molto bene portandosi sull’8-3 dopo 2′, Smith e Thomas impattano per il 10-10 dopo 4′, ma arriva il nuovo strappo dei tedeschi con Devin Oliver, Cameron Wells e Olaseni a dare il +7 sul 21-14 dopo 7′, time-out Pozzecco che capisce i problemi difensivi dei giganti. Cooley commette il 2° fallo, Sassari che passa con il quintetto piccolo con Polonara e Thomas da lunghi; un positivo Pierre riduce il gap sul -2, 21-19 al 9′, Olaseni e soprattutto la tripla di Bowlin fanno però male e danno ai tedeschi il +7 dopo il primo quarto di gioco, 26-19.
Secondo quarto e c’è la buonissima reazione del Banco che con le triple di Gentile e Spissu, oltre all’impatto sotto le plance di Rashawn Thomas, dimezza lo svantaggio sul 28-27 dopo 13′, time-out Wucherer. Non si fa attendere la risposta del s.Oliver: 6-1 di break e Pozzecco chiama time-out complice troppi sbagli difensivi, 34-28 al 15′. Bowlin è il cardine offensivo della squadra tedesca che si porta sul +10 con Wells, 39-29 dopo 17′, ma Sassari con le unghie e con i denti rimane avvinghiata al match: Polonara e Cooley danno il -6 sul 39-33, time-out chiamato da Denis Wucherer al 18′. La tripla di Koch e Wells ridanno il +9 tedesco, Smith c’è e Sassari respira sul -5, Oliver dà il nuovo +7 teutonico, i liberi di Tyrus McGee chiudono il primo tempo sul 46-41 a favore dei tedeschi.
Si ritorna in campo dagli spogliatoi e dopo la tripla del -4 di Smith, si accende Xavier Cooks che piazza il +7, 53-46 al 24′. Cooley commette 3° e 4° fallo in un amen, Olaseni punisce le disattenzioni difensive biancoverdi per il +11 Wurzburg al 25′, 57-46. Ma nel momento più difficile del match di Sassari, McGee e Pierre fanno capire che il Banco ha un cuore enorme e non molla assolutamente, 57-53 al 27′, time-out Denis Wucherer. Thomas e Pierre implementano la fiducia Dinamo e danno il -2, Gentile con la tripla risponde a quella di Bowlin, Wells segna il +3 tedesco, ma McGee chiude il quarto sul -1 Dinamo, 65-64 dopo 30′.
Ultimo quarto, Gentile firma il primo vantaggio Sassari, risponde Bowlin con la tripla, ma Rashawn Thomas con due canestri di fila grazie anche a Spissu dà il +2 sul 68-70 a 7’26” dalla fine, time-out Wurzburg. Polonara mette il +4 Dinamo, Wurzburg si risveglia dal torpore con la tripla di Bowlin e Devin Oliver ma ancora Achille Polonara in alley-oop mette il controsorpasso ospite, 73-74 a 3’26” dalla fine, time-out Pozzecco. E’ lotta punto a punto: Thomas e Pierre rispondono per il +2 agli assalti Wurzburg di Morrison e Wells, 76-78 a 2’16” dal termine. Wells fa ½ ai liberi per il 77-78 a 1’55”. Thomas sbaglia un 0/2 ai liberi, ma Wurzburg non riesce a segnare diverse triple tra cui un layup incredibilmente sbagliato da sotto. Un recupero di Spissu con libero segnato dà il 77-79 a 31”2 dalla fine, Koch segna 2/2 ai liberi e Pozzecco chiama minuto sul 79-79 a 23”9 dalla fine prestando attenzione ai suoi giocatori. Wurburg costretta al fallo sistematico, Smith dà ai liberi il 79-81 a 18”9 dalla sirena, time-out Denis Wucherer. L’ultimo assalto di Wurzburg fallisce, le bandiere dei 4 mori possono sventolare, LA FIBA EUROPE CUP è DI SASSARI!!!!

s.Oliver Würzburg – Banco di Sardegna Dinamo Sassari 79-81 (26-19; 46-41; 65-64)

Arbitri: Panagiotis Anastopoulos (Grecia), Andris Aunkrogers (Lettonia) e Martin Horozov (Bulgaria).

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata