Home Coppe Europee FIBA Champions League Sassari. Coach Pozzecco: “Lavoriamo sulla nostra identità: serve unione di intenti”
Sassari. Coach Pozzecco: “Lavoriamo sulla nostra identità: serve unione di intenti”

Sassari. Coach Pozzecco: “Lavoriamo sulla nostra identità: serve unione di intenti”

0

La Dinamo Banco di Sardegna si prepara al debutto nella Basketball Champions League: domani alle 20:30 sarà alzata la palla a due del Game 1 contro Galatasaray.

Dopo la vittoria di domenica sulla Fortitudo Bologna è coach Gianmarco Pozzecco a presentare la sfida: “Da domenica mi porto dietro i due punti conquistati ma anche delle sensazioni negative rispetto al mondo in cui viviamo _ha commentato il tecnico biancoblu_. Mi porto un Justin Tillman che sa giocare a basket ma che necessariamente deve essere inserito in un contesto in cui ognuno di noi deve fare le stesse cose sul campo. Siamo ancora un cantiere aperto ma dobbiamo riuscire a capire che dobbiamo andare in una certa direzione e perché questo avvenga dobbiamo avere gratificazione e soddisfazione dal farlo in un certo modo, farlo bene. Mi auguro e spero che ci voglia meno tempo possibile, siamo troppo incostanti e questo deriva dal fatto che non facciamo sempre le stesse cose sul campo”.

Domani inizia il cammino in Basketball Champions League: “Domani ci attende il primo test rispetto al duplice impegno, in questo momento sono meno preoccupato delle partite ma più del trovare l’identità giusta. Con una situazione così particolare per via della pandemia è difficile dire quale possa essere il team più competitivo tra le sfidanti della Basketball Champions League, mi conoscete non amo parlare delle altre squadre perché sono sempre molto focalizzato sui miei ragazzi, non voglio mancare di rispetto a nessuno ma è importante per me restare concentrato sul nostro percorso di crescita. Sicuramente la squadra con la miglior difesa sarà la migliore del gruppo, quella più competitiva”.

La competizione europea porta con sé tante incognite: “Sicuramente le partite più difficili saranno quelle in trasferta, come sempre in coppa, perché significa dover affrontare i lunghi viaggi, in particolare per noi che viviamo su un’isola. L’impatto con la prima partita non sarà facilissimo ma dobbiamo andare oltre, giocare il nostro basket e sfruttare le nostre abilità”.

Non fa pronostici coach Pozzecco ma ha un’idea su chi possa essere la favorita: “Lo scorso anno abbiamo perso contro Burgos che ci ha eliminato agli ottavi di finali e loro poi hanno vinto la competizione. Può succedere che vinca una outsider, ma generalmente a vincere sono le squadre che hanno tradizione e storia e, in questo caso, una delle candidate di quest’anno penso sia il Galatasaray”.

Sassari, 20 ottobre 2020

Ufficio Comunicazione

Dinamo Banco di Sardegna