fbpx

Occasione sprecata per Brindisi che perde in casa della Cenerentola del girone

Il Paok Salonicco festeggia la sua prima vittoria in Basketball Champions League, anche se non è sufficiente per schiodarla dall’ultimo posto in classifica. L’Happy Casa rimane giusto un gradino più sopra con 2 vinte e 3 perse, ma nulla è perduto, dato la classifica avulsa. Mercoledì prossimo ci sarà il match casalingo contro gli ungheresi dello Szombathely, che sono a pari punti.

Stasera alla Paok Sports Arena di Salonicco si sono affrontate Paok e Happy Casa Brindisi per il 5° turno del gruppo D di Basketball Champions League. I padroni di casa venivano da un periodo non particolarmente felice, sabato sono stati eliminati ai quarti della Coppa di Grecia dal Diagoras Driopideon, squadra militante nella seconda divisione greca. In campionato non vanno meglio, con 2 vinte e 4 perse si trovano nella parte bassa classifica. Brindisi, invece, arrivava dalla sofferta vittoria di Trieste che l’ha rilanciata al 2° posto solitario in classifica.

La gara inizia con un botta e risposta tra le due squadre. In attacco Banks smazza assist precisi per i suoi compagni, a fine primo quarto sono già 4. Dopo 6′ il Paok raggiunge il bonus falli, ma Brindisi non riesce ad approfittarne. I pugliesi soffrono le guardie greche, stasera molto ispirate. Smith, Lewis e Best da soli segnano due terzi dei punti della loro squadra. Il match prosegue a folate, che riportano alla parità in breve tempo. Il terzo quarto termina con Brindisi a +2 solo perchè al Paok non rimane tempo per ribattere al fallo su Banks in contropiede con liberi a segno. Negli ultimi 2′ di partita, un calo brindisino, provoca un allungo dei padroni di casa che ne approfittano correndo in contropiede e creandosi nuove opportunità da rimbalzi offensivi. Banks e compagni non riescono più a rientrare e rimandano il riscatto al confronto casalingo.

MVP Adam Smith, che ha militato un paio di stagioni in Italia, lo scorso anno era a Ravenna. Smith in 36′ di utilizzo ha sfornato 27 punti (7/13, 3/7, 4/5)+4r+4a per 23 di valutazione. Il migliore della squadra italiana, invece, è stato Kelvin Martin, che ha fatto registrare in 30′ 23 punti (7/9, 2/3, 3/3)+6r+5 to per 23 di valutazione.

PAOK – HAPPY CASA BRINDISI 95-91 (23-23 / 45-45 / 70-72)

Paok: Lewis 18, Smith 27, Schizas 2, Karras, Tsochlas 2, Chatzinikolas, Margaritis 4, Best 19 (4/4, 2/4, 5/7), Wiggins 9+11r, Egekeze, Sarikopoulos 3, Knowles 11

Brindisi: Brown 19, Banks 15+8a, Martin 23, Radosavljevic 2, Zanelli 3, Iannuzzi ne, Gaspardo 5, Campogrande 3, Thompson 10+5r+6a, Cattapan ne, Stone 8+7r, Ikangi 3 (1/1)