CHAMPIONS LEAGUE – Di un soffio Venezia cede in casa del Khimik

marquez-haynes-venezia-2016-10-30
Seconda sconfitta consecutiva esterna per l’Umana Reyer Venezia che deve abdicare solo al fotofinish in Ucraina in casa del BC Khimik Yuzhny 65-64. Prova sottotono degli oro-granata, Reyer poco reattiva e molto deludente contro un avversario in verità molto modesto. Pesano le 17 palle perse, una regia ancora una volta molto incolore di Haynes, ma nonostante ciò Venezia ha “rischiato” di vincerla con la stessa guardia che ha mancato l’ultimo tiro per la vittoria sulla sirena finale. Non bastano i 19 punti di McGee e i 10 di Bramos. Per il Khimik 8/18 dalla lunetta, decisiva la coppia Jaime Smith (19+6 rim+ 8 assist)– Viacheslav Petrov (19+7rim). Ora per gli uomini di De Raffaele è tempo di concentrarsi in campionato per pensare al match di domenica a Pesaro contro la Consultinvest VL.

CRONACA_ Assenze per le due compagini: Tonut per la Reyer, Allen in casa Khimik. Dopo l’1-4 firmato Hagins, la squadra ucraina grazie alla vitalità dei suoi lunghi piazza un break di 7-0 complici anche vari errori della Reyer, 8-4 dopo 4′, De Raffaele decide di chiamare time-out. La squadra ucraina arriva sul 12-4, poi piccola reazione veneziana guidata da Ejim, 12-9 al 6′. McGee ed Ejim portano la Reyer sul -1, ma Smith con un gioco da tre punti per il Khimik chiude il primo quarto sul 19-15. Il Khimik è più abile e più reattivo sulle vaganti, la Reyer paga caro sulle due metà campo per il 26-17 con la tripla di Smith, poi piccolo break degli oro-granata si riavvicinano nonostante un antisportivo chiamato a Ortner, 27-24 al 16′. Si tira a basse percentuali, Ejim pareggia a quota 29, sul finire di tempo però il Khimik dà un piccolo strappo con Belikov e il solito Smith per il 33-29 dopo il primo tempo.
Si rientra dagli spogliatoi, dopo il canestro di Belikov da sotto, la Reyer con tre triple effettua il sorpasso, 35-38 al 23′. Il Khimik ritorna in vantaggio con un break di 4-0. Smith sale in cattedra con sei punti consecutivi, ma la Reyer regge grazie a Mcgee, 47-46 al 27′. Peric riporta avanti Venezia sul 49-51, poi la schiacciata di Haynes chiude il terzo quarto sul 49-53 in favore degli oro-granata. Ultimo quarto. Haynes con la tripla dà il +6, poi in 5′ la Reyer non segna e il Khimik ne usufruisce, pur sbagliando tanto ai liberi, andando al sorpasso con la tripla di Smith (57-56 al 35′), poi è McGee a rimettere la Reyer avanti, 57-59 a 4’20” dalla fine. La tripla di Riabchuck dà il nuovo sorpasso per gli ucrani, Viggiano pareggia a 61, poi è la tripla di Peric a mettere il +1 Venezia, 63-64 a 1’30”. Nel finale succede di tutto: Petrov si inventa il canestro che risulterà decisivo, Haynes sbaglia il sorpasso, poi ancora Petrov da sotto fallisce il match-point. Smith blocca con un fallo Haynes a 6”9 dal termine. Lo stesso ex Sassari ha in mano la palla per la vittoria che però gira sul ferro. Esulta il Khimik, finisce 65-64.

Basketitaly.it Mvp: Viacheslav Petrov

BC Khimik Yuzhny – Umana Reyer Venezia 65–64 (19-15; 33-29; 49-53)

Khimik: Smith 19, Tsykalyuk, Belikov 7, Riabchuck 8, Prokopenko, Petrov 19, Pavlov n.e., Koniev 2, Meshcheriakov n.e., Kovalov n.e., Antypov 10, Sydorov . All. Vitaly Stepanovski

Venezia: Haynes 8, Hagins 6, Ejim 7, Peric 7, Bramos 10, Visconti n.e., Filloy, Ress, Ortner 2, Viggiano 5, McGee 19. All. Walter De Raffaele.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *