fbpx

Champions League – Una Reyer oscena viene tramortita dall’Avtodor Saratov

Reyer Venezia squadra 2016-11-09

Dopo le sconfitte subite da Pinar Karsiyaka e Maccabi Rand Media, ecco arrivare la terza sconfitta consecutiva in trasferta nella competizione europea per l’Umana Reyer Venezia, 102-67 il risultato finale a favore dell’Avtodor Saratov. Partita mai in discussione dove i russi con hanno fatto quello che volevano con il loro ritmo impresso alla gara; Minnerath, Hunter, Bykov e Adams hanno fatto il bello e cattivo tempo. Venezia ha pagato a caro prezzo una serata storta al tiro da tre con un’orripilante 3/30, e una prestazione tra le due metà campo totalmente rivedibile. Si chiudono molto probabilmente con questa sconfitta le speranze di evitare il primo turno di playoff che la Reyer avrebbe dovuto evitare. Ora gli oro-granata devono pensare al match di domenica in campionato, al PalaTaliercio arriva la Red October Cantù.

CRONACA_ Minnerath e Hunter fanno la voce grossa sotto le plance a inizio partita per l’11-4 dopo 5′, time-out Venezia. I ritmi alti della squadra russa fanno male alla Reyer, Hunter e la tripla di Kolesnikov danno il 18-9 dopo 7′. Saratov è più reattivo e abile nelle palle vaganti, Venezia sbanda sul canestro solitario a rimbalzo di Kolyuskkin per il 25-12 dopo il primo quarto. Si aspetta la reazione oro-granata nella seconda frazione di gioco, ma arrivano diversi sbagli in attacco per la Reyer che potrebbe farsi sotto (come foto, un contropiede tre contro uno con alzata fallita per Hagins), il Saratov ritorna sopra di 13 prima del canestro di Haynes per il 29-18 al 15′. L’ingresso di Filloy non cambia la sostanza, Saratov punisce i vari errori della Reyer con i positivi Adams e Minnerath, 35-21 al 18′, time-out chiesto da Tucci. Venezia non riesce a scalfire Saratov che mantiene la doppia cifra di margine, la tripla di Adams chiude un brutto primo tempo oro-granata (10/33 al tiro) per il 41-27 a favore dell’Avtodor.
Si rientra in campo, il Saratov rispinge sull’acceleratore con le triple di Adams e Minnerath scappando sul +20, 49-29 al 23′, time-out di Tucci. I soliti Adams e Minnerath puniscono gli errori difensivi della Reyer per il 54-31 al 24′. Peric è ossigeno per Venezia che torna sotto i 20 punti ma è un attimo, la Reyer crolla sotto i canestri dei russi sul 66-41 al 27′ con Minnerath e cinque punti consecutivi di Bykov. Timido rientro oro-granata con Bramos e Ejim prima dei liberi di Hunter che chiudono il terzo quarto sul 70-52. Negli ultimi 10 minuti di match l’Avtodor fa quello che vuole con Minnerath e Bykov, Venezia è tramortita e non mostra resistenza contro l’attacco di Saratov che supera i 30 punti di vantaggio. E’ un lungo garbage time con la squadra russa a far divertire il pubblico (splendido l’alley-oop per Hunter). Nel finale l’Avtodor riesce a toccare come massimo vantaggio il +36 e superare i 100 punti segnati per il 102-67 finale.

BasketItaly.it Mvp: Niccolas Minnerath.

Avtodor Saratov – Umana Reyer Venezia 102-67 (25-12; 41-27; 70-52)

Saratov: Astapvkovich, Bykov, Adams 16, Kolyushkin 15, Stockton 7, Kolesnikov 5, Hunter 18, Zabelin n.e., Minnerath 22, Carrera 4, Makiev 7. All. Vladimir Antsiferov

Venezia: Haynes 2, Hagins 5, Ejim 14, Peric 12, Bramos 11, Visconti 2, Filloy 3, Ress, Ortner 5, Criconia, Viggiano 5, McGee 8. All Gianluca Tucci.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *