CHAMPIONS LEAGUE – Cuore Scandone, Avellino sbanca Zagabria!

marques green, thomas adonis, avellino 2016-11-01

Non si ferma la Sidigas Scandone Avellino che resta a punteggio pieno nel girone D di Basketball Champions League. Espugnato il Drazen Petrovic Center contro il Cibona Zagabria 83-84! Una partita dalle mille emozioni. Dopo un primo tempo equilibrato, la Scandone si è portata nella seconda parte di gara anche sul +10. Nel finale però la Sidigas con alcune perse e con attacchi sbagliati ha permesso al Cibona di riavvicinarsi e di portarsi anche in vantaggio con Johnson sul 83-81. A decidere è stata la tripla di Marques Green a 22″ con l’ultimo attacco di Johnson a spegnersi sul ferro. Bisogna ricordarsi che la squadra campana ha dovuto fare a meno di un giocatore importante come Joe Ragland assente a causa di un lutto famigliare. Marques Green 11+11 assist, Leunen 16+5 assist, 16+9 rimbalzi per Fesenko, 22+7 rimbalzi per Adonis Thomas.
Ora per gli uomini di Sacripanti è tempo di concentrarsi in campionato per pensare al match di domenica a Varese contro la Openjobmetis.

CRONACA_ Partono bene i padroni di casa sul 6-0, Avellino risponde presente e pareggia sul 10-10 al 6′. I viaggianti perdono diversi palloni ma rimangono sul match grazie a un Fesenko abile sotto le plance e ai canestri di Obasohan e Thomas, 18-18 dopo il primo quarto. Fesenko e Leunen sono garanzie per la Sidigas in attacco, (26-28 al 15′), ma alcune fiammate di Slavica portano i croati sul +4, 32-28 al 17′, time-out Sacripanti. I lupi reagiscono con Green e Cusin ma a quest’ultimo gli viene fischiato un terzo fallo personale che costa caro al n°12 bianco-verde. Leunen riporta avanti gli irpini grazie a una tripla, ma arriva a fine primo tempo il sorpasso del Cibona con Sulejmanovic, 39-37 all’intervallo.
Si rientra dagli spogliatoi e con Thomas protagonista, Avellino propizia un break di 0-9 scappando sul 41-50 al 24′. La tripla di Obasohan tocca il massimo vantaggio irpino per il +10, 47-57 al 26′, ma il Cibona reagisce con un break di 7-0 con Gospic e Sakic, 54-57 al 28′, time-out Sacripanti. Thomas e Fesenko ridanno ossigeno, ma il Cibona non molla con le triple di Johnson e Rozic. Ancora dai 6,75m Thomas chiude il terzo quarto sul 60-64 per la squadra italiana. Ultimo quarto. Thomas porta la Scandone sul +6, ma la tripla di Marinelli riporta sotto il Cibona, 65-68 al 32′. Viene fischiato un tecnico a Rozic per proteste, ma i bianco-verdi non ne approfittano, è Sakic con ¾ ai liberi a dare il -1 dei croati, time-out Sacripanti che capisce la difficoltà del momento, 68-69 a 5’52” dalla fine. Arriva la tripla vitale di Leunen che dà il nuovo +4 per la Scandone, buone difese bianco-verdi e il Cibona chiama time-out a 4′ dalla fine, 68-72. Cinque punti di Randolph scavano un nuovo break di Avellino per il +7 con i liberi di Thomas, 72-79 a 2’30” dal termine. A quel punto Avellino sbaglia troppo e perde palloni in attacco, il Cibona ne approfitta con un incredibile parziale di 9-0 finito con il 2+1 di Johnson che fa esultare il pubblico di Zagabria. Fesenko pareggia ai liberi, 81-81, time-out Cibona a 40” dal termine. Johnson firma il sorpasso, ma a quel punto ci pensa il piccolo grande Marques Green con la tripla dell’83-84 a 22”! Johnson sbaglia l’ultima risposta dei croati, il rimbalzo è di Thomas, la gioia del successo è tutta avellinese. Finisce 83-84.

KK Cibona Zagabria – Sidigas Scandone Avellino 83-84 (18-18; 39-37; 60-64)

Cibona Zagabria: Sakic 15, Marinelli 5, Maric, Samac n.e., Coric n.e., Johnson 22, Bosnjak, Rozic 8, Sulejmanovic 16, Slavica 7, Joksimovic 6, Gospic 4. All. Damir Mulaomerovic

Avellino: Zerini, Green 11, Esposito n.e., Leunen 16, Cusin 2, Severini, Randolph 10, Obasohan 7, Fesenko 16, Thomas 22, Parlato n.e. All. Stefano Sacripanti.

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *