Champions League – Battuta ancora Avellino, Venezia è ai Quarti di Finale!

marquez haynes reyer venezia 2017-02-20

Dopo il 53-49 del PalaTaliercio, l’Umana Reyer Venezia fa sua anche gara 2 degli Ottavi di Finale di Champions League battendo la Sidigas Scandone Avellino 68-72 al Pala Del Mauro ed accede ai Quarti di Finale della competizione europea. Una vittoria frutto di un ottimo primo tempo governato con ottima intensità difensiva da Venezia che ha concesso veramente poco alle bocche di fuoco della Scandone, 27-40 all’intervallo. Nella ripresa lentamente Avellino riemerge, ma Venezia riesce a ribattere colpo su colpo. La Scandone riesce a impattare il match a soli 30”4 dalla fine, ma causa un 0/2 ai liberi di Ragland deve dire addio alla qualificazione, oltre a un sottomano sbagliato a 1’20” di Logan che grida vendetta. Per Avellino non sono bastati i 12+16 rim. di Fesenko, spuma rabbia il 10/22 ai liberi che ha inciso molto sul match per la Scandone, ma aldilà di questo la vittoria e la qualificazione di Venezia è stata meritata. Ora testa al campionato per le due formazioni: la Sidigas Avellino sarà impegnata domenica nel match di mezzogiorno al PalaBigi di Reggio Emilia contro la Grissin Bon; mentre Venezia sempre domenica incontrerà al PalaCarrara di Pistoia la The Flexx.

CRONACA_ Avellino riabbraccia Cusin che è a referto, ma non giocherà. Parte forte Venezia con Peric per lo 0-6 dopo 3′, Avellino con un break firmato da Fesenko sugli scudi impatta sul 11-11 dopo 7′. Nuovo parziale veneziano con Hagins e Haynes, 11-16 dopo 8′, un gioco da tre punti di Thomas è importante per Avellino che però deve soccombere a una difesa inizialmente migliore dei veneti, la Reyer chiude il quarto con un 0-5 firmato dai liberi di Bramos e McGee e dal canestro di Ejim a fil di sirena, 14-21 dopo i primi 10 minuti. Una tripla di McGee al 12′ porta il +10 per Venezia, la Scandone fa fatica contro la difesa aggressiva impostata dai viaggianti che per ora permettono poco agli avversari, time-out Sacripanti, 14-24 al 13′. Fesenko è ossigeno puro per i bianco-verdi con un canestro allo scadere dei 24”, Hagins risponde per gli oro-granata, 17-27 dopo 14′, time-out De Raffaele. La tripla di Ejim dall’angolo porta la Reyer sul +13, poi break avellinese di 6-0 con Randolph e Logan, 23-30 al 17′, Ress dopo uno sbaglio incredibile di Ortner va a segno con la tripla, poi Fesenko e Ragland puniscono la difesa veneziana, 27-33 al 18′, time-out Venezia. Si accende Haynes che con sette punti consecutivi, tra cui la tripla a fil di sirena del primo tempo, porta la Reyer sul 27-40 all’intervallo.
Si rientra dagli spogliatoi, un altro canestro dai 6,75 di Haynes dà il +16 a Venezia, poi la Scandone con cinque punti consecutivi di Thomas e tre di Ragland recupera con un 8-0 di break, 35-43 al 25′. La tripla di Filloy è vitale per la Reyer, poi ancora Ragland mette il -9 Scandone, 37-46 al 26′. Quando la Scandone prova ad avvicinarsi, la Reyer prova a respingere il colpo: Peric e Ejim riportano il +12 per i lagunari, Ragland e la tripla di Zerini a fil dei 24” sembrano dare speranza di rimonta per Avellino subito allontanata dalla tripla di Ress, poi è Logan con il canestro dai 6,75 a fissare il 49-56 a favore di Venezia alla fine del terzo quarto. Ultimo quarto. Venezia con Bramos si porta a +8 a 7’31” dalla fine, ma Logan con due canestri consecutivi porta il -4 Avellino, 55-59 a 7’11”, time-out De Raffaele che vede il cambio di inerzia per la Scandone. Filloy segna una tripla importantissima, ma Avellino con Fesenko e Randolph si porta a -3, -7 complessivo, 59-62 a 5’05” dalla fine. Venezia comincia a sbandare in attacco, Logan con la tripla segna il -1 per il 61-62, poi Ejim con i liberi riporta il +3 Reyer, time-out Avellino, 61-64. Ogni canestro e ogni azione è importantissima per il doppio confronto: Ortner con un rimbalzo in attacco consegna il +4 Venezia a 3’55”, nella stessa azione si fa male Ejim che sanguina e deve abbandonare il campo. L’inerzia ritorna tutta per Avellino con tre punti consecutivi di Randolph, 65-66 a 2’05”. Logan sbaglia il canestro del vantaggio in sottomano, Haynes nell’azione seguente con una super schiacciata porta il 65-68 per la Reyer, time-out di uno sconsolato Sacripanti a 1’05”. Logan ai liberi fa 2/2 a 40”8 dalla fine, 67-68. Haynes perde palla dopo pochi secondi, poi Fesenko fa ½ a 30”4, 68 pari, time-out Venezia. Avellino adesso è costretta al fallo sistematico, Filloy fa 2/2 a 26”7 dalla fine. Fallo di Venezia su Ragland a 21”3 dalla fine, il play della Scandone dalla lunetta fa uno 0/2 pesantissimo che chiude di fatto ogni speranza avellinese. Haynes dalla lunetta a 12”1 chiude ogni discorso. Finisce 68-72, Avellino eliminata, Venezia ai Quarti di Finale.

MVP BasketItaly.it: Marquez Haynes

Sidigas Scandone Avellino – Umana Reyer Venezia 68–72 (14-21; 27-40; 49-56)

Avellino: Zerini 3, Ragland 9, Green, Logan 15, Esposito L. n.e., Leunen 3, Cusin n.e., Severini n.e., Randolph 14, Fesenko 12, Thomas 12, Parlato n.e. All. Stefano Sacripanti.

Venezia: Haynes 16, Hagins 5, Ejim 10, Peric 10, Bramos 9, Visconti n.e., Filloy 8, Ress 6, Ortner 4, Taddeo n.e., Viggiano, McGee 10. All. Walter De Raffaele.

Arbitri: Anastopoulos (Gre), Bijedic (Bih) e Maricic (Srb)

© BasketItaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *