Home Coppe Europee FIBA Champions League BCL – Amarissimo ritorno in Europa per la Fortitudo, il Bamberg di Vitali la travolge 63-100
Foto da pagina Twitter Brose Bamberg BCL – Amarissimo ritorno in Europa per la Fortitudo, il Bamberg di Vitali la travolge 63-100

BCL – Amarissimo ritorno in Europa per la Fortitudo, il Bamberg di Vitali la travolge 63-100

0

Amarissimo ritorno in Europa dopo 12 anni della Fortitudo Bologna. Nell’esordio del Girone F della Basketball Champions League 2020-2021 all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno a porte chiuse per disposizioni governative la Effe viene travolta dal Brose Bamberg per 63-100 .

Senza Fletcher (Coronavirus), Fantinelli (a referto per onor di firma) e Happ, la Effe è durata di fatto 7′ fino al 14-14. Poi la formazione tedesca ha fatta sua la partita continuando a rimpolpare il suo vantaggio chiudendo la pratica per il +20 a fine primo tempo. Poi, è stato un lunghissimo garbage time con il Bamberg a contenere i padroni di casa che hanno solamente toccato il -17, poi più nulla fino al risultato finale dell’incontro. Uniche note lieta per la squadra emiliana il giovane Ugo Simon, entrato nel terzo quarto e autore di 2 punti in 9′, e Stefano Mancinelli, 17 punti.
Per il resto, in casa Bamberg Michele Vitali ha chiuso con 17 punti, 6 rimbalzi, 2 assist, 3 recuperi per 24 di valutazione, uscito per una botta muscolare a 17 secondi dalla fine.

Cronaca del match

Inizio di partita e primo quarto ad appannaggio della squadra tedesca che inizia 4-12 dopo 3’15” con la tripla di Michele Vitali a dare il +8 ospite. Coach Sacchetti non chiama time-out, almeno inizialmente ma la difesa bolognese concede troppi canestri facili  in area ed è 7-14 al 6′ con Tyler Larson protagonista, time-out Fortitudo. Mancinelli e Banks impattano per il 14-14 dopo 7′, ma il Bamberg risponde con uno 0-9 iniziato dalla schiacciata di Vitali, 14-23 al 9′. Il tap-in su rimbalzo offensivo di Totè e Pietro Aradori frenano il break avversario, non l’attacco tedesco con Lockhart che chiude il primo quarto sul 18-26.

La tripla di Mattia Palumbo apre un secondo periodo con l’inerzia che rimane tutta per il Brose con Larson e la tripla di Sengfelder per il 21-31 al 13′. Nella metà campo difensiva i biancobù fanno enorme fatica a contenere i tedeschi sostenuti da Tyler Larson che riporta la doppia cifra di vantaggio, 23-33 al 14′, time-out Fortitudo. Toccano il +13 i tedeschi sul 23-36 ancora con Larson, mini-break di 4-0 Effe, e poi il Brose torna a martellare complice tante, troppe palle perse bianco-blù con anche l’astuzia di Vitali a procurarsi falli avversari. L’ex Brescia infila la tripla del massimo vantaggio ospite, poi rimpinguato dal canestro di David Kravish, 27-44 al 19′. Lockhart infila perfino la tripla del +20 per il 27-47. Primo tempo che termina 31-51 a favore del Bamberg. 14 palle perse per la squadra di Meo Sacchetti, dei 51 punti tedeschi ben 26 nascono dalle perse della Effe.

Si ritorna in campo e Michele Vitali con la tripla dà il +23 per i viaggianti sul 31-54. Effe che prova con un pizzico di orgoglio a tenere il campo con sugli scudi Mattia Palumbo, ma troppe palle perse e poca aggressività fanno sbandare sul -26 per il 41-67 al 26′. E’ 47-77 dopo 30′.

Nulla da segnalare fino al termine del match dove la Effe supera il “muro” dei 50 punti solo a 6’07” dalla fine. 58-96 il massimo svantaggio Effe, 63-100 il risultato finale.