Avellino, al Del Mauro non si passa! Banvit ko. 99-95

Quarta vittoria europea per la Sidigas Avellino che batte 99-95 i turchi del Banvit, consolidando così il secondo posto in classifica nel girone A. Secondo successo consecutivo tra campionato e coppa per i ragazzi di Nenad Vucinic che rispettano ancora una volta il fattore campo Pala Del Mauro. Caleb Green MVP del match con 23 punti, 9 rimbalzi e 12/14 dalla lunetta. Giocatore imprescindibile nello scacchiere biancoverde: intelligente, preciso, efficace e chirurgico. Morgan ha fatto faticato a contenere il suo primo passo, uscendo a metà quarto quarto per raggiunti limiti di falli. Prestazione solida per il professore Demetris Nichols: 24+6 con un pazzesco 81% da due. Atleta meno appariscente ma dotato di una classe cristallina. I suoi “arresto e tiro” sono pura poesia; bravo anche in difesa, in aiuto sul lato debole. 16 punti di continuità per Ariel Filloy: il play italo-argentino è ormai rinato; eccellente dai 6 e 75 e preciso nel dettare il ritmo partita. La compagine di coach Gurgen ha dimostrato di poter lottare tranquillamente per i primi tre posti del girone. Nonostante un roster meno talentuoso dell’anno passato, Hazer e Co esprimono una pallacanestro solida, di qualità, ordinata e in grado di mettere in difficoltà chiunque. Pessima la percentuale ai liberi: il 40% di Oncel pesa come un macigno nell’economia del match. Avellino continua la sua serie di vittorie, nonostante tanti piccoli errori in difesa e qualche momento di eccessiva distrazione. In settimana verrà garantito un quinto lungo a coach Vucinic per sopperire allo stop di Matt Costello ed avere, dunque, una maggiore rotazione. Domenica prossima è la volta di Varese: a Masnago per continuare a crescere, magari migliorando in fase di contenimento.

CRONACA DEL MATCH

I QUARTO: Avvio equilibrato e di grande intensità. Avellino attacca con pazienza: prima Caleb Green poi N’Diaye bucano la difesa turca. Morgan è un fattore: 4 punti in un amen per l’ala ex Virtus Roma che per ben due volte sorprende in penetrazione i lunghi irpini. La Sidigas è magistrale nella circolazione di palla: Nichols pesca il taglio a canestro di Cole per altri due punti comodi. Coach Gurgen è costretto a chiamare time-out. La reazione del Banvit non tarda ad arrivare: Filloy e Co si addormentano in difesa e la coppia Ulusoy-Osmani non perdona. Pick and pop Cole-Spizzichini; Osmani in ritardo e primi due punti della partita per il numero 34 biancoverde. Sykes fissa il punteggio sul 33-30.

II QUARTO: Sublime movimento in piede perno di Atar che manda al bar Hamady N’Diaye per un comodo appoggio a tabellone. Filloy dall’angolo è on fire: 3/3 per il play italo-americano e prima mini-fuga dei padroni di casa. La Sidigas soffre terribilmente la difesa sui pick and roll; senza N’Diaye a chiudere, Spizzichini fatica a contenere Morgan. Filloy non conosce la parola “errore”: altro giorno, altra mano calda, altra bomba. Il numero 12 magistralmente “comanda” la squadra: assist da “quarterback” per l’appoggio di Green. Turchi in difficoltà: Avellino gioca a pallacanestro; Oliver e Co spesso in ritardo sugli accoppiamenti. Il contropiede di Norris Cole è magistrale: assist no look per il taglio Demetris Nichols; Banvit resta a guardare. 59-52

III QUARTO: Avellino esce dagli spogliatoi concentrata e battagliera. Caleb Green di potenza si guadagna il 2+1 ai danni di Osmani. Hamady è un fattore: Perez non sa come fermalo, commette il suo terzo fallo e lo manda in lunetta. Sidigas sul massimo vantaggio: 65-54. Bello e cattivo tempo di Ulusoy: prima realizza la tripla del -5, poi commette il suo quarto fallo. Spizzichini non ne approfitta e fa 0/2 dalla lunetta. Osmani trova dal cilindro due punti a fil di 24; ospiti in fiducia; Avellino distratta. Vucinic abbassa il quintetto ed Atar domina sotto le plance. In fase offensiva la Sidigas si aggrappa a Demetris Nichols che legge le partite come pochi e fa sempre la cosa giusta. Perez allo scadere ammutolisce il Pala Del Mauro: a segno lo step back del -4. 81-77

IV QUARTO: A segno anche il capitano: primi tre punti per Lollo D’Ercole che inizia alla grande l’ultima frazione di gioco. La Scandone prova a scappare via ma piccoli errori difensivi di Green e N’Diaye tengono a galla Morgan e compagni. Ulusoy è on fire: canestro in faccia ad Ariel Filloy che dà tanta fiducia alla squadra di coach Gurgen. Il primo passo di Caleb Green è incontenibile: altro fallo di Morgan, altro giro in lunetta. Il numero 9 in canotta arancio-verde commette fallo tecnico e va dritto a sedersi in panchina. Atar nella confusione appoggia il pallone del -1; la Sidigas fatica a trovare la via del canestro. Terzo fallo tecnico della partita per il Banvit: questa è la volta di Perez ma i padroni di casa non ne approfittano. Finale di match vietato ai deboli di cuore. Si susseguono dalla lunetta: Perez, Green, Filloy, Oncel ed ancora Green. Nessuno commette errori ed Avellino mantiene quattro punti di vantaggio. 99-95