Super Campazzo guida il Real Madrid alle Final Four, Panathinakos ko anche in gara-3.

Facundo Campazzo - Real Madrid - EB18

foto da euroleague.net

Il Real Madrid spazza via il Panathinakos prendendosi la sua sesta Final Four negli ultimi 7 anni. 82-89 il finale di gara-3 ad OAKA e 3-0 nella serie per i Blancos.
Doveva essere una battaglia, battaglia è stata, ma con verdetto sempre identico. Real Madrid vincente, anche in questa gara-3, risolta negli ultimi 2’50” dalle triple inesorabili e decisive di Jeffery Taylor, Anthony Randolph e Facundo Campazzo.

Il primo quarto è positivo per le merengues, avanti 4-12 dopo 4′. Risponde Matt Lojeski e la tripla di Calathes per il primo vantaggio greco dopo 7′ sul 16-14. Finale di quarto firmato Jeffery Taylor che segna il 18-23 al 10′ con il Real che non sbaglia da due con immacolato 7/7. Il vantaggio madrileno resta anche nel secondo periodo, con Fernandez, Taylor e Randolph a guidare i compagni nel tabellino sul 25-34 al 14′. Ma OAKA si scalda sulle giocate di Lojeski, Papapetrou e un solido Ian Vougioukas, e il Pana si trova a +5 all’intervallo, 41-36, dopo un 23-13 di parziale con un gioco da 4 punti di Matt Lojeski.
Nella ripresa è lotta punto a punto con nessuna delle due compagini a prendere un cospicuo vantaggio, da segnalare solo che una scaramuccia tra Tavares e Vougioukas a 2’40” dalla fine del terzo quarto con entrambi a beccarsi un fallo tecnico. 58-58 all’alba dell’ultimo quarto che si preannuncia teso e combattuto. Le squadre si ribattono colpo su colpo, diventa determinante la coppia Campazzo-Ayon con il play argentino a innescare il lungo messicano per il 66-72 a 3’50” dalla conclusione. A quel punto diventano fattori chiave tre triple del Real: la prima di Taylor per il 70-75 a 2’50”, la seconda di Anthony Randolph dall’angolo per il +6 ospite a 1’51” dalla fine, e soprattutto quella che spacca la partita a 1′ dalla fine di Facundo Campazzo sullo scadere dei 24” per il 74-81. Diventa il punto esclamativo la stoppata regolare di Walter Tavares sull’entrata di Calathes sul -6 Pana. I greci ci provano con Nick Calathes, ma il fallo sistematico su Campazzo non porta benefici ai Greens che abdicano tra, comunque, gli applausi di OAKA.
È 82-89, per il Real Madrid è Final Four di Vitoria.

Padroni di casa che tirano 9/21 dall’arco e cadono 23-35 a rimbalzo. 17 punti per Nick Calathes con 7 assist ma 6/17 al tiro. Doppia cifra anche per Matt Lojeski con 16 punti e 3/4 dall’arco.

Nel Real Madrid sono 15 di Rudy Fernandez e 16 con 10 assist per Facundo Campazzo, quello che doveva essere il grande punto interrogativo nel post-Luka Doncic e in assenza dell’infortunato Sergio Llull, e che invece è stato l’assoluto MVP della serie che ha strabatttuto nel confronto diretto Nick Calathes.