Euroleague: Una buona Olimpia cade in casa del leader Fenerbahçe

Nik Melli Fenerbahçe Olimpia

Trasferta complicata per l’Olimpia Milano nella sfida della 12° giornata di Turkish Airlines Euroleague. L’unica compagine italiana impegnata nella massima competizione europea ha infatti visitato il palazzetto del Fenerbahçe primo in classifica. Alla fine si sono imposti i padroni di casa per 92-85, ma la compagine di Simone Pianigiani ha comunque lottato contro una delle migliori (se non la migliore in assoluto) squadre d’Europa.

Dopo una tripla iniziale del grande ex dell’incontro Nicolò Melli, schierato da Zeljko Obradovic in quintetto, e un po’ di timore iniziale, la squadra allenata da Simone Pianigiani ha preso coraggio e si è portata avanti grazie alla concretezza di Kaleb Tarczewski sotto canestro e al genio di Mike James. Il primo quarto si è chiuso con gli italiani in vantaggio 15-21. Il Fenerbahçe ha aggredito il secondo parziale, andando a segno con Marko Guduric e avvicinandosi sul 20-21, ma la compagine italiana ha continuato a rendersi pericolosa trovando la via del canestro con Mindaugas Kuzminskas. L’ingresso di Kostas Sloukas in cabina di regia ha regalato dinamismo ai padroni di casa, e il playmaker greco ha ribaltato il risultato a favore dei turchi con due canestri consecutivi: una transizione e la tripla. Gigi Datome si è reso prezioso in fase difensiva, e la partita è entrata in una fase emozionante, con canestri da una parte e dall’altra. Si è rivisto in campo Amedeo Della Valle che, forse per mancanza di brillantezza, ha commesso presto due fallì, proprio ai danni di Melli prima e di Datome poi. I due azzurri del Fenerbahçe non hanno sbagliato dalla lunetta, e dall’altra parte Mike James e Arturas Gudaitis hanno mantenuto Milano in partita. Proprio il centro lituano, con un 2+1 all’ultima giocata, ha mandato le due squadre negli spogliatoi sul 40-40.

Una transizione di Bobby Dixon ha aperto le danze nella ripresa, con un Fenerbahçe più attento in difesa e più ordinato in attacco, che poco a poco ha aumentato il suo vantaggio nel marcatore, soprattutto grazie a un ispiratissimo Joffrey Lauvergne, capace di mettere a segno un canestro dietro l’altro. Gigi Datome, che fino al momento aveva messo a segno almeno una tripla in tutte le sfide di Eurolega della stagione, ha timbrato il cartellino anche contro Milano. Dopo 30 minuti Fenerbahçe si è trovato avanti 67-58. Lo stesso centro francese ha incremento il vantaggio dei suoi oltre la doppia cifra in apertura di ultimo quarto. Milano ha continuato a fare il suo gioco, cercando di incidere con le genialità di Mike James. Quando i turchi sembravano avere in mano la partita, lo stesso MVP dell’Olimpia ha trascinato la rimonta, fino al 79-76 dopo una tripla con ancora 3 minuti da giocare. Gigi Datome ha segnato il canestro successivo e una tripla di Marko Guduric ha fissato il +5 per il Fenerbahçe con un minuto e mezzo da giocare. Ancora la guardia serba dalla lunga distanza ha tarpato le ali ai sogni di gloria milanesi.

I padroni di casa del Fenerbahçe hanno portato a casa la vittoria numero 11 e per l’Olimpia Milano si tratta della quarta sconfitta consecutiva, che complica un po’ la situazione in classifica. In ogni caso, perdere in trasferta contro i primi della classe lottando fino all’ultimo può anche starci. I turchi allenati da Zeljko Obradovic sono davvero un osso duro, soprattutto a casa loro, dove non conoscono ancora la sconfitta né in Europa né in campionato.

  • Fenerbahçe: Marko Guduric (20 punti con 7/8 dal campo, 2 rimbalzi, 3 assist e 2 recuperi per 25 di valutazione), Jan Vesely (17 punti, 5 rimbalzi), Joffrey Lauvergne (15 punti, 4 rimbalzi, 2 assist), Gigi Datome (10 punti, 4 rimbalzi, 2 assist), Nicolò Melli (5 punti, 3 assist)
  • Olimpia: Mike James (31 punti, 4 rimbalzi, 6 assist, 30 di valutazione), Arturas Gudaitis (13 punti, 6 rimbalzi), Mindaugas Kuzminskas (13 punti, 7 rimbalzi), Kaleb Tarczewski (9 punti, 10 rimbalzi)