Home Coppe Europee EuroLeague Il CSKA di Daniel Hackett ribalta a domicilio il Panathinaikos

Il CSKA di Daniel Hackett ribalta a domicilio il Panathinaikos

0
Daniel Hackett CSKA
Daniel Hackett (CSKA) – Carlos Calvillo per Basket Italy

Tutto facile all’Oaka di Atene per il CSKA Mosca di Daniel Hackett, che regola i padroni di casa del Panathinaikos con un rotondo 66-97 e compie il passo decisivo verso i playoff. Brutto stop per il Pana, che rimane sesto ma ora deve guardarsi le spalle per difendere il pass per le final eight.

Partita che assume una direzione ben precisa già nel primo quarto, in cui il vantaggio ospite lievita già fino alla doppia cifra. Dopo 6 minuti di equilibrio assoluto infatti, i russi danno una prima scossa al match con un 13-3 di parziale, fissando il risultato del primo quarto sul 22-32.

Equilibrati i secondi 10 minuti, in cui il CSKA riesce a gestire il vantaggio ma che vede comunque il Pana in partita. Sono infatti i greci ad approcciare meglio il rientro in campo, riportandosi a sole 6 lunghezze prima che Darun Hilliard rimetta i suoi in doppia cifra di vantaggio e Daniel Hackett porti i suoi al massimo vantaggio i moscoviti, sul +14. Anche gli ellenici però in questa fase si dimostrano abili dall’arco, con Rautins che riporta i suoi a -9 e, all’intervallo, il vantaggio per i detentori della Turkish Airlines Euroleague è di un tutt’altro che rassicurante +10.

L’accellerata decisiva arriva nel terzo periodo quando i Moscoviti, guidati dalla solita grande prestazione offensiva di Mike James, arrivano ad un +18 di vantaggio che i padroni di casa, pur provando a tenere in piedi la partita, non riescono più a ricucire.

Si arriva agli ultimi 10 minuti con il CSKA avanti di 14 lunghezze. I primi minuti del periodo spezzano definitivamente ogni speranza di rimonta del Panathinaikos, che crolla completamente arrivando addirittura a -31 a 3 minuti dalla sirena, rendendo il tramonto della partita puro garbage time.

Certamente una grande prova di forza del CSKA Mosca che, su un campo tutt’altro che semplice, si dimostra abile e spietata nell’interpretare al meglio le varie fasi della partita. Certo, con la coppia James-Hillard in questo stato di forma (18 pti l’ex Olimpia, 21 il compagno) tutto diventa più semplice, ma è tutta la squadra a girare bene, compreso il nostro Daniel Hackett, forse meno appariscente del solito ma che comunque contribuisce al successo dei suoi con 6 pti, 5 rim, un assist ed un recupero. Per i greci prestazione da dimenticare soprattutto nel secondo tempo, in cui la scarsa vena realizzati a degli uomini di Pitino, testimoniata dai soli Thomas  (12) e Calathes (10) in doppia cifra, ha fatto la differenza.