Eurolega – L’Olympiacos batte il Bamberg 83-77 e torna terzo in classifica

Vassilis Spanoulis, Olympiacos, 2016

Al Pireo di Atene si affrontano due squadre deluse dalla giornata 19 di Eurolega e vogliose di rivalsa, Olympiacos e Brose Bamberg.

I padroni di casa sono stati sconfitti a Milano mentre i tedeschi hanno perso sulla sirena contro il Real Madrid di Sergio Llull. Assente Printezis oltre al lungodegente Hackett.

Il primo periodo è caratterizzato dalla difesa asfissiante dei greci che forzano la squadra di Trinchieri a soli 5 punti in 6 minuti. Melli dopo un elegante canestro dal post deve uscire con 2 falli alla fine di un primo quarto che finisce 24-13. Poco spettacolo e molto mestiere di Spanoulis e Miller per guadagnarsi liberi essenziali.

Trinchieri concede più spazio alle seconde linee rispetto alla partita con il Real Madrid ma la squadra sembra ugualmente priva di energie e fatica a recuperare, 34-23. Buono il contributo dell’ex canturino Waters, mentre Melli fatica contro la fisicità di Agravanis commettendo il terzo fallo. A metà gara il tabellone dice 41-32, ma l’Olympiacos è più in controllo di quanto dica il punteggio. Il migliore è Spanoulis con 12, il Bamberg tira malissimo da tre (0/7) e ha il suo miglior giocatore, Melli, limitato dai falli.

Trinchieri ammette che la sua squadra è stata “terribile in attacco” e invita tutti a giocare “con personalità” nel secondo tempo.

La reazione però non avviene e Spanoulis ne approfitta per far allungare ancora l’Olympiacos, 49-34. Trinchieri chiama timeout sul 54-40 dopo una palla persa dei suoi, che non riescono a recuperare in nessun modo. Zisis ci mette l’orgoglio e Melli segna ripetutamente nel pitturato, ma la difesa greca non concede molte occasioni e l’Olympiacos chiude il terzo quarto sopra 65-56.

L’asse Spanoulis Birch funziona perfettamente in attacco mentre nella propria metà campo i greci non disdegnano i falli per interrompere il ritmo del Bamberg. Trinchieri decide allora di cambiare su tutti i blocchi e la mossa ha successo, 68-63 e nuove speranze per gli ospiti. Melli mette una tripla fondamentale imitato subito da Miller, 71-69. Birch è un difensore spaziale per la capacità di eseguire scivolamenti offensivi e un atleta in grado di essere sempre presente sotto i tabelloni, anche in transizione. Il canadese inchioda il tap-in del 75-69. Il centro dell’Olympiacos domina nel momento migliore del Bamberg chiudendo di fatto la partita, che termina sul punteggio di 83-77.

L’mvp è Khem Birch che chiude con una corposa doppia doppia da 15+14.

Melli segna 14 punti, prende 4 rimbalzi e soffre più del solito sotto i tabelloni. Limitato dai falli nel primo tempo, esce alla distanza nel secondo, dove è protagonista del miglior momento dei suoi, ancora una volta non sufficiente a cogliere la vittoria.

Olympiacos : Green 4, Birch 15, Young, Papapetrou 6, Spanoulis 15, Waters 7, Agravanis 3, Milutinov 2, Papanikolaou 12, Mantzaris 6, Lojeski 13. All. Sfairopoulos

Bamberg: Causeur 12, Melli 14, Zisis 13, Staiger, Theis 2, Lo 2, Strelnieks 12, Veremeenko 3, Miller 13, McNeal, Heckmann, Radosevic 6. All. Trinchieri

© Basketitaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *