Eurolega – Altro finale bruciante per il Bamberg, Llull la vince sulla sirena

sergio llull 16-11-2016

Settimana  decisiva per Trinchieri e il Brose Bamberg, che ospita il Real Madrid prima di volare ad Atene per sfidare l’Olympiacos. I tedeschi vengono dalla sconfitta di Mosca, mentre il Real ha vinto a Kaunas. Assente Luka Doncic, stella nascente dell’Eurolega.

 

Reyes e Ayon causano subito problemi sotto canestro, costringendo Trinchieri a richiamare Radosevic gravato di due falli. Una tripla di Melli dá il primo vantaggio ai padroni di casa. L’italiano è come sempre uno dei migliori dei suoi nei primi minuti, con scelte giuste in attacco e tagliafuori efficaci in difesa. L’and-one su Thompkins pareggia i conti a 19 e aiuta la squadra di casa a limitare i danni di un indiavolato Ayon (8). Pablo Laso si inventa un quintetto con tre lunghi, Ayon, Randolph e Thompkins, ma sono sempre Fernandez e Llull a riportare gli ospiti in vantaggio per 21-25.

Nel secondo quarto inizia a fare la voce grossa Theis, mentre Fernandez continua a bombardare dall’arco (31-34). Strelnieks, innescato in transizione da Melli, pareggia nuovamente la partita. Melli si destreggia in palleggio con movenze da Gallinari. Si accende improvvisamente il talento di Carroll, che con 7 punti in rapida successione costringe Trinchieri al timeout sul 39-43. Tuttavia Carroll è ormai inarrestabile e il Real Madrid scappa sul 41-51. Un mini parziale ispirato da Melli (10, 3 rimbalzi e 2 assist) porta il Bamberg al 47-51 di fine secondo quarto.

La battaglia tra Melli e Reyes riprende nel terzo quarto, con i due a contendersi ogni centimetro a rimbalzo. Un nuovo break  del Bamberg porta al pareggio sul 56-56. Miller infiamma il pubblico con una stoppata clamorosa su Reyes e una tripla sul ribaltamento di fronte. Ayon continua a produrre nel pitturato, incontenibile per Radosevic. Il messicano non è forse spettacolare come altri centri europei, ma è incredibilmente efficace in ogni movimento. Sua degna spalla è Sergio Llull, che segna da ogni posizione, 9 nel solo terzo periodo. La bomba di Heckmann sulla sirena riporta il Bamberg a meno 1, 69-70 a fine terzo quarto.

L’asse Llull-Carroll-Ayon funziona a meraviglia in attacco ma la squadra di Pablo Laso continua a concedere molto in difesa. Trinchieri sceglie di stringere le rotazioni (fuori Lo e Staiger, poco spazio per Veremeenko) per giocarsela con i migliori in casa. Il nuovo pareggio arriva sul 78-78 con l’ennesima tripla di Carroll e i punti di Radosevic. Gara sontuosa di Carroll, senza dubbio la migliore in questa stagione europea. I rimbalzi offensivi del Real Madrid iniziano ad avere un peso determinante sulla partita. A una chiamata arbitrale terribile, doppio fallo a Melli e Thompkins a rimbalzo, segue una tripla da distanza siderale di Llull che sembra chiudere i giochi sul 82-87. Theis vola a schiacciare il meno 2 a 30 secondi dalla fine, nonostante gli arbitri non fischino un evidente contatto con Ayon. Llull perde palla e commette fallo sul possesso successivo mandando Zisis a pareggiare la partita 87-87.

Ultimo possesso, palla in mano al Real Madrid: la scelta di Trinchieri è di fare fallo su Llull. Dalla lunetta non tremano né lui né Zisis subito dopo. A 8 secondi dal termine Llull penetra e segna sopra Theis, condannando il Bamberg ad un’altra sconfitta di misura.

Il punteggio finale è 89-91.

Melli chiude con 11 punti, 6 rimbalzi e 3 assist per 17 di valutazione, non aggiungendo molto al tabellino nella seconda metà di gara.

Il Real aggancia il Cska in testa alla classifica, il Bamberg vede allontanarsi sempre più i playoff.

Brose Bamberg: Causeur 14, Melli 11, Zisis 8, Staiger, Theis 12, Strelnieks 9, Veremeenko, Miller 13, McNeal 5, Heckmann 6, Radosevic 11. All. Trinchieri

Real Madrid: Randolph 2, Draper 5, Fernandez 9, Nocioni, Maciulis, Reyes 4, Ayon 16, Carroll 24, Hunter 2, Llull 26, Thompkins 3, Taylor. All. Laso

© Basketitaly.it – Riproduzione riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *