Euroleague – Vittoria convincente per lo Zalgiris su un pessimo Brose Bamberg

Nessuno upset nella sesta giornata di Euroleague

E’ necessaria una vittoria, a qualsiasi costo, per il Bamberg di Trinchieri e Melli che vola a Kaunas a far visita allo Zalgiris di Sarunas Jasikevicius.

Le due squadre si ritrovano appaiate sul fondo della classifica di Eurolega con il record di 2-6, ma Andrea Trinchieri cerca di vedere il lato positivo della situazione: “ce la siamo giocati in ogni partita, ma ci è mancata freddezza nei finali. Lo Zalgiris, come noi, non merita di essere l’ultima del gruppo. Sarà una sfida tosta, loro sono ben allenati e vantano una grande alchimia in attacco”.

A Nicolò Melli il compito di arginare il duo Jankunas-Motum, rispettivamente 13 e 14 punti a partita e tra i più in forma per i lituani.

E’ Augusto Lima ad aprire le marcature con un gioco da tre punti per i padroni di casa. Il centro, arrivato in prestito dal Real, è una delle delusioni dell’inizio di stagione dei campioni di Lituania. Il Bamberg risponde immediatamente. Si scalda Causeur dalla lunga, ma è in difesa che la squadra di Trinchieri sembra messa meglio in campo. I tedeschi occupano l’area non permettendo i tagli a canestro di Lima, presto disinnescato, e le penetrazioni di Westermann e Pangos. Nonostante gli sforzi di un costante Jankunas, unico riferimento nel pitturato per coach Jasikevicius con 9 punti, i tedeschi allungano sul 18-22 di fine primo quarto.

Maodo Lo, dopo un approccio difficile con l’Eurolega, sembra finalmente aver trovato la sua dimensione: cercato dai compagni in uscita dai blocchi, firma 6 punti in rapida successione attaccando il ferro. Trinchieri commette un errore togliendolo dal campo e viene immediatamente punito dai lituani che tornano al meno 1, 27-28, con la tripla di Milaknis. Il sorpasso non si fa attendere. I lituani sanno di non avere un talento sterminato ma sono organizzati e decisi: i Soliti Sospetti, Motum e Jankunas, costringono l’allenatore italiano al timeout sul 35-30. Una fiammata di Pangos, che segna tre triple consecutive, porta al nuovo massimo vantaggio, 44-34. Strelnieks ferma l’emorragia ma il Bamberg  non riesce a limitare i danni di una prima metà di gara giocata decisamente sotto tono: Pangos chiude i conti all’intervallo lungo con l’ennesima bomba, 47-39.                                                            Il play ex Gran Canaria chiude con 15 frutto di 5/7 dall’arco. Terribile serata per Melli fino a questo momento, 0 punti e solo 2 rimbalzi.

Lo show di Pangos continua e consente a Jasikevicius di vedere i suoi sul 53-39. Melli viene bulleggiato sotto canestro da Lima e Jankunas e commette il suo terzo fallo ad inizio terzo quarto. Il Bamberg viene massacrato a rimbalzo, vengono concessi 3 possessi extra consecutivi ai padroni di casa. Il linguaggio del corpo degli uomini di Trinchieri inizia a evidenziare scoramento, ma Causeur suona la carica e scuote i suoi, 57-47. Emblema della partita di Melli è l’1/2 ai liberi con cui l’italiano, solitamente ottimo a cronometro fermo, sblocca il suo tabellino. Altro assente ingiustificato è Miller. Il computo dei rimbalzi offensivi è impietoso: 11-0 per i padroni di casa, che possono così scatenarsi dai tre punti confidando nel controllo dei tabelloni. Il terzo quarto finisce 71-55, gli spiragli di speranza per Trinchieri si stanno assottigliando.

La tenacia di Strelnieks tiene in partita i suoi, e il parziale ospite infine arriva, 73-63 nonostante le incessanti difficoltà a rimbalzo dei tedeschi. Jankunas sale in cattedra con la sua esperienza e respinge i tentativi degli avversari con 5 punti consecutivi. Un tecnico fischiato a Trinchieri dopo un ( giusto) fallo in attacco di Theis riporta lo Zalgiris in carreggiata, 77-63. La partita senza grandi colpi di scena per gran parte del quarto periodo. Lo Zalgiris non riesce a dare la spallata finale ma il Bamberg, privo dei punti di due dei suoi uomini migliori, Melli e Miller, fatica a recuperare. Il punteggio finale è di 86-72, peggiore sconfitta per il Bamberg fino a questo momento.

I problemi strutturali dei tedeschi, deboli nel pitturato per la fisicità richiesta dall’Eurolega, sono esacerbati dalle assenze di Veremeenko e Harris. Radosevic è inconsistente, Melli e Theis troppo soli. Molta confusione anche nelle rotazioni di Trinchieri, che non schiera Miller titolare togliendogli ritmo, e non concede minuti a Staiger, che aveva ben figurato la scorsa settimana. Troppo poco spazio concesso anche a Lo, anche se il giovane tedesco si è spento dopo una buona prima metà di gara.

Melli chiude una pessima prestazione (la prima in questa stagione di Eurolega) con 3 punti, 4 rimbalzi e 3 assist.

Zalgiris Kaunas: Pangos 19, Lekavicius 6, Westermann 10, Seibutis, Motum 8, Jankunas 23, Milaknis 4, Lima 7, Kavaliauskas 2, Ulanovas 7. All. Jasikevicius

Brose Bamberg: Causeur 12, Melli 3, Zisis 10, Theis 15, Lo 6, Strelnieks 14, Miller 7, Heckmann 3, Radosevic 2. All. Trinchieri

 

 

© BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

3 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *