Home Coppe Europee EuroLeague #Euroleague: vince ancora il Valencia; il derby russo va al Khimki
Bojan Dubljevic trascina il Valencia Basket - ACB Photo/M. Á. Polo #Euroleague: vince ancora il Valencia; il derby russo va al Khimki

#Euroleague: vince ancora il Valencia; il derby russo va al Khimki

0

Nelle altre due partite della serata, importante vittoria in rimonta del Khimki sul campo dello Zenit San Pietroburgo. Successo anche per il Valencia, che continua a viaggiare fortissimo superando anche il Panathinaikos

ZENIT SAN PIETROBURGO – KHIMKI

Il Khimki fa suo il derby russo battendo lo Zenit a San Pietroburgo grazie ai 24 pti di Alexey Shved ed ai 19 di Errick McCollum. Non bastano, allo Zenit, i 24 pti di Billy Baron.

E pensare che la partenza sembrava favorevole ai padroni di casa, che concretizzano i primi due possessi e si portano subito sul 5-0. Shved inaugura la sua grande serata con il primo canestro del Khimki, ma in questa fase i bianco blu sono più concreti da entrambi i lati del campo, portandosi sul +8. Il primo quarto scorre così, con gli ospiti che tentano di riavvicinarsi, ma venendo prontamente ricacciati indietro.
Il secondo quarto, dopo un primo botta e risposta tra le due squadre, premia gli ospiti, che grazie a Shved (in doppia cifra dopo soli 11 minuti di partita), rimontano fino al -1. Il gioco da 4 di Billy Baron rimette due possessi di scarto tra le due squadre, e permette allo Zenit di ricomporsi, accelerando fino ad arrivare per la prima volta ad una doppia cifra di vantaggio. Sul +11 però, i padroni di casa si rilassano troppo e tre triple consecutive dei moscoviti, oltre al canestro di McCollum al secondo tentativo, regalano il parziale di 0-10 agli ospiti.

La rimonta prima dell’intervallo lungo galvanizza i capitolini, che rientrano in campo con un piglio migliore. Lo Zenit però non ci sta, quindi il secondo tempo parte molto più equilibrato del precedente. Le squadre si rispondono colpo sul colpo e per la prima volta da inizio match gli ospiti si mettono avanti. Il pareggio del San Pietroburgo non tarda ad arrivare, e sembra addirittura che i padroni di casa possano chiuderla, portandosi sul +6 con solo un quarto da giocare. E in effetti, fino ad un minuto dal termine, sembra proprio che la vittoria sia in mano Zenit; ma negli ultimi due minuti cambia tutto, e con un 9-0 di parziale negli ultimi 90 secondi il Khimki che centra la seconda vittoria in questa Eurolega. Fermo ancora a 3 successi lo Zenit San Pietroburgo.

VALENCIA – PANATHINAIKOS

Il Valencia passa sul Panathinaikos mettendo in mostra una vera e propria cooperativa offensiva, grazie a ben 5 giocatori in doppia cifra. Ne mette quattro anche il Pana, tirando con il 58%, a non basta. Quinta vittoria in 8 partite per il Valencia, mentre il Pana perde la quinta partita in 7 incontri.

Partita che si apre con le due triple di Aaron White, ma Kalinic e Prepelic ribaltano subito la situazione. Il primo quarto corre su binari di grande equilibrio, con sorpassi e comtrosorpassi, vantaggi minimi e pareggi.
Il copione non cambia nemmeno nel secondo periodo, dove sono soprattutto le difese a menar le danze,. Il massimo vantaggio, raggiunto dal Valencia è solamente di due possessi, mentre per la maggior parte del tempo il risultato rimane in parità. Ma sulla sirena prima dell’intervallo lungo Prepelic mette la tripla che prova a cambiare l’Inerzia della partita.
E in effetti nel secondo tempo sono proprio i padroni di casa ad accelerare. Dopo un buon inizio periodo da parte del Pana infatti, gli spagnoli mettono la testa avanti e non mollano più il vantaggio.

L’ultimo quarto dura in pratica due minuti, con il Valencia che fa il solco quasi subito e, di fatto, negli ultimi minuti si limita a gestire il vantaggio.