Euroleague – Scivola nel baratro il Bamberg di Melli, vince in rimonta il Baskonia

shane-larkin-baskonia-2016-11-15

Il Baskonia, scottato dalla sconfitta di Milano, ospita alla Fernando Buesa il Brose Bamberg di Trinchieri, che viene dalla sconfitta di misura contro il Crvena Zvezda.

Entrambe le squadre vogliono riprendere subito il cammino evitando di lasciare altri punti per strada.

Sito Alonso incoraggia i suoi ad usare una difesa aggressiva, senza aver paura di contatti sui bloccanti. Per stabilire subito un vantaggio nel pitturato il coach dei baschi parte con il doppio lungo, Diop-Voigtmann. Assente ancora Shengelia.

Trinchieri lancia invece in quintetto Maodo Lo insieme a Zisis e Strelnieks, per contrastare l’atletismo della coppia Larkin Beaubois. Assenti Veremeenko e Harris.

È Nicolò Melli il più ispirato ed efficace in avvio con 9 punti nei primi 7 minuti, ma il suo Bamberg non riesce ad allungare. Il primo quarto presenta un botta e risposta continuo tra le due squadre, ogni giocatore in campo, seppur reduce da battaglie solo 48 ore prima, contribuisce all’effort di squadra. Miller e Bargnani, protetti dai rispettivi allenatori, garantiscono attacco istantaneo dalla panchina. L’americano si fa preferire e firma con 8 punti il primo allungo ospite sul finire di primo quarto, 16-23.

Bargnani si conferma deficitario nella metà campo difensiva sia quando deve cambiare sul palleggiatore che sul recupero dopo l’aiuto sul blocco, il Bamberg conosce questa lacuna e arriva al 19-28. Esce dunque il Mago, rientra Melli, ben più efficace per la sua squadra. Il Baskonia ha le polveri bagnate dall’arco (2/11) fino alla bomba di Beaubois, 22-33. La rimonta del Baskonia è iniziata proprio dalla guardia francese, che porta i suoi fino al meno 6, 29-35, prima di vedere i suoi tentativi respinti da Lo. Il giovane tedesco sembra incoraggiato dalla partenza in quintetto. La fine del secondo quarto vede fronteggiarsi i due italiani, Melli e Bargnani schierati entrambi da centri. Il reggiano regge in difesa contro il più quotato avversario, fermandolo per due azioni consecutive (isolamento in post basso e pick n roll con passi di Bargnani). Sopperisce alla mancanza di grinta del romano Adam Hanga, che posterizza Melli con una schiacciata devastante. Il secondo quarto è chiuso da una tripla dall’angolo di Strelnieks, che fissa il punteggio sul 32-47. Paga dividendi il quintetto basso di Trinchieri fino a questo momento. Sito Alonso dice di voler cambiare tutto dopo l’intervallo.

La reazione emotiva del Baskonia arriva, ma il Bamberg non perde il feeling con il canestro: 38-53 con Hanga e Strelnieks a distinguersi. L’ala ex Avellino dimostra tutta la sua potenza atletica e attacca il ferro, inarrestabile per i piccoli del Bamberg. Ma la difesa basca fa acqua da tutte le parti. Miller e Strelnieks si alternano nel punire la mancata comunicazione difensiva avversaria, mentre Melli compie il solito inestimabile lavoro attorno ai tabelloni (già raggiunta la doppia doppia nel terzo quarto), 45-60. La determinazione feroce di Hanga e Beaubois, migliori in campo per i baschi coadiuvati da un ondivago Larkin, riporta la squadra di casa al meno 8 di fine terzo quarto, 55-63.

Gli uomini di Sito Alonso aumentano ancora l’intensità, ma il Bamberg risponde colpo su colpo, 61-68. La squadra tedesca è una macchina, che può essere fermata o mettendo sabbia nei suoi ingranaggi stringendo le maglie difensive, o superata aumentando la propria velocità. Il Baskonia sceglie la seconda opzione, l’energia di Hanga contagia anche Larkin, che porta i suoi ad un possesso da recuperare, 67-70. È Voigtmann a pareggiare infine i conti, il Bamberg si è bloccato e Trinchieri non chiama ancora timeout. Il centro tedesco del Baskonia si fa nettamente preferire a uno spento Bargnani, soprattutto per la garra messa sul parquet e per la precisione dalla lunga distanza (2/4 da tre per il centro). Larkin piazza il sorpasso, 75-74. Miller fallisce la tripla forzatissima e gli ospiti sono costretti al fallo per fermare il cronometro a 18″ dal termine. La rimessa dopo il timeout di Trinchieri porta ad una persa di Lo che pesta la linea laterale.

Il Baskonia vince in rimonta 81-74, ennesima sconfitta amara per Trinchieri, incredulo.

Losing effort per Melli che chiude con 12+12 ma si spegne nel finale.

Pessimo Bargnani con 3 punti e 1/5 al tiro in 13 minuti.

I top scorers spagnoli sono Beaubois e Voigtmann, L’Mvp dell’incontro. Hanga merita una menzione d’onore: è lui a trascinare i suoi alla rimonta grazie alla sua grinta, anche se pecca nel tiro dalla lunga (0/4).

Baskonia: Larkin 13, Bargnani 3, Voigtmann 20, Hanga 16, Beaubois 20, Blazic, Diop 2, Tillie 3, Budinger, Luz.

Bamberg: Causeur 4, Melli 12, Zisis 5, Staiger, Theis 5, Lo 15, Strelnieks 11, Miller 16, Heckmann 4, Radosevic 2.

© Basketitaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *