Euroleague – Il Real Madrid domina il Brose Bamberg

Luka Doncic, Real Madrid, 27/10/2016

Real Madrid vs Brose Bamberg

Sfida fondamentale nel tredicesimo round di Euroleague per il Bamberg, che viene da due vittorie consecutive e vuole trovare continuità a Madrid. Per Pablo Laso assenti Maciulis e Anthony Randolph, ritrovato invece Sergio Llull dopo il turno di stop contro il Darussafaka. Trinchieri deve invece rinunciare a Causeur, il più in forma nell’ultimo periodo.

Melli si prepara a combattere nel pitturato contro un reparto lunghi esperto e profondo che vanta anche un Nocioni finalmente in forma.

Trinchieri schiera Nikolic, Zisis, Heckmann, Melli e Radosevic, Laso oppone Llull, Doncic, Taylor, Reyes e Ayon.

Il Real inizia con un parziale di 9-0 che costringe Trinchieri al primo timeout. Melli muove il tabellino per gli ospiti con una bomba, ma subisce Reyes sull’altro lato del campo. Troppo potenti i giocatori del Real che evidenziano la differenza di stazza segnando nonostante i buoni aiuti difensivi dei tedeschi, 18-5. Una fiammata di Sergio Llull porta il punteggio sul 24-9 di fine primo quarto, situazione a dir poco problematica per Trinchieri.

Ma l’allenatore italiano si inventa un quintetto con tre lunghi, Melli, Theis e Radosevic per resistere alla fisicità dei blancos e trova i primi segnali di risveglio: 0-4 per iniziare. L’esperimento con Melli da tre non può bastare, Rudy Fernandez e Hunter firmano il nuovo massimo vantaggio, 33-13. Il Bamberg ha difficoltà a trovare tiri facili in area e sente l’urgenza di tirare da fuori per recuperare appena si apre uno spiraglio. Ma le percentuali sono tutte a favore del Real nella prima metà di gara. 52 % da due e 58% da tre per i padroni di casa, 33% e 26% per il Bamberg, che perde nettamente anche la lotta a rimbalzo per 20 a 13. Dominio Real in casa, 47-25 all’intervallo.

Il copione non cambia nel terzo quarto: il Real segna senza troppa fatica e si carica così in difesa. Doncic con un gioco Daniel tre punti doppia addirittura il Bamberg nel punteggio, 55-27. La partita non esiste più, ci saranno addirittura due quarti di garbage time a causa di un dominio assoluto del Real. Ayon trasforma la serata in uno show personale, ruba palloni, raddoppia, guida il contropiede, schiaccia e fa divertire il pubblico. Trinchieri continua ad allenare E correggere pacatamente i suoi, ma sa che non c’è più nulla da fare e lascia ampio spazio alle seconde linee. 72-40 a fine terzo quarto.

Nulla da dire sui restanti 10 minuti, che scorrono senza grandi colpi di scena. Il Real si rilassa per un attimo e il Bamberg si riporta con orgoglio sul 79-54, ma il punteggio è ormai compromesso. Una raffica di triple di Staiger rende il finale più gradevole. La gara finisce 95-72.

Il Bamberg viene stritolato da una prestazione maiuscola dei padroni di casa. Difficile trovare sia il Man of the Match(Doncic guida per valutazione con 25) che colpevoli per gli ospiti.

Non si salva nemmeno Melli, che saprà sicuramente rifarsi in partite più semplici per i suoi. 

Real Madrid: Reyes 6, Ayon 13, Llull 14, Draper 4, Fernandez 3, Nocioni 2, Doncic 16, Carroll 9, Hunter 9, Thompkins 13, Taylor 6. All. Laso

Brose Bamberg: Melli 7, Zisis 3, Nikolic 2, Staiger 18, Theis 15, Lo 13, Strelnieks 4, Veremeenko 2, Miller, Heckmann, Radosevic 8. All. Trinchieri

 

© Basketitaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *