Home Coppe Europee EuroLeague EuroLeague – Premiata ditta Simon & Larkin, l’Efes banchetta a Mosca contro il Khimki
Foto digital by Anadolu Efes SK - Twitter EuroLeague – Premiata ditta Simon & Larkin, l’Efes banchetta a Mosca contro il Khimki

EuroLeague – Premiata ditta Simon & Larkin, l’Efes banchetta a Mosca contro il Khimki

0

Per il round 10 della Turkish Airlines EuroLeague 2020-2021, alla Mytišči Arena di Mosca, l’Anadolu Efes Istanbul supera facilmente i russi del Khimki Moscow Region per 77-105.

Per i turchi quinta vittoria stagionale, per il Khimki è la settima sconfitta e la squadra di coach Rimas Kurtinaitis è sempre distante dalla zona Playoff.

Match ad alto punteggio deciso dalla coppia Krunoslav Simon – Shane Larkin (24 e 20 punti), ma positivo anche il contributo di Moerman e Pleiss, gli altri giocatori in doppia cifra per la squadra di Ergin Ataman. Ottima la difesa di Dogus Balbay che ha “oscurato” il pericolo n°1 avversario Alexey Shved. Per i russi pesa ovviamente la pessima difesa, aver concesso un’ottima % al tiro dal campo all’Efes (23/31, 14/27 da tre) e non bastano alcune folate offerte da Jordan Mickey e Janis Timma.

Cronaca del match

Il trio Singleton, Simon e Pleiss inizia forte per il 13-18 dopo 5′ di match con Shved già punito da due falli commessi. Contro-break del Khimki grazie a Jerebko e Mickey per il 22-20 al 7′. Match dove le difese concedono un po’ troppo agli attacchi avversari, Kruno Simon ne beneficia per l’Efes con 11 punti personali nella prima frazione, ma il primo quarto termina 30-29 in favore della compagine russa.

Seppur in casa moscovita Shved dispensi assist a bizzeffe, l’ex Milano Simon fa ammattire nel vero senso della parola i propri marcatori e porta l’Efes in vantaggio ed è già a quota 18, 35-36 al 12′. Poi, con il croato in panchina, si accende Shane Larkin che dà alla squadra turca il +4, la tripla di Moerman porta il +7 sul 37-44 al 15′, time-out Kurtinaitis. Balbay cerca di frenare Shved, l’Efes si porta in doppia cifra di vantaggio per il 41-51 al 17′, ma presto il Khimki con Shved e Monroe, e grazie anche a un fallo tecnico sanzionato a coach Ataman, riduce il gap per ikl 49-52 al 19′. Ma se veloce è stato il recupero dei russi, altrettanto si può dire per la risposta repentina della compagine turca con un controbreak grazie a Anderson e Shane Larkin per il +7 ospite, è 51-58 all’intervallo.

Si rientra in campo e l’Efes allunga il divario grazie a Balbay e il solito Shane Larkin, è 51-66 al 23′. Shved va in rottura con anche liberi sbagliati (non da lui) e i turchi ne approfittano portandosi sul +17 con Simon, Sanli e Micic, 56-73 al 25′. Le triple di Mickey e Monya cercano di ridurre il divario e dare ossigeno al Khimki Mosca in assenza di Shved, ci pensa Larkin produrre punti per gli ospiti, 62-77 al 28′. Il Khimki accusa il colpo e precipita sotto i 20 punti di margine sulla coppia di liberi di Dogus Balbay, è 63-86 al 30′ dopo la tripla di Kruno Simon giunto a quota 24.

Nell’ultimo periodo il Khimki rosicchia qualche punticino per il -15 a 7’39”, 73-88, ma le triple di Larkin e Moerman ricacciano indietro i russi, 73-96 a 6’25” dalla fine. E’ garbage time, la schiacciata di Tibor Pleiss fa toccare quota 100 alla compagine turca che chiude sul +28. 77-105 il finale.