Home Coppe Europee EuroLeague Euroleague, pazza Siena! L’eroe è sempre Viggiano, polacchi battuti al fotofinish. Top16 si può fare!

Euroleague, pazza Siena! L’eroe è sempre Viggiano, polacchi battuti al fotofinish. Top16 si può fare!

0

Marco Crespi Siena

Incredibile vittoria targata Mens Sana Siena, che coglie il terzo importantissimo successo europeo consentendo di prolungare i sogni di passaggio del turno. Il match contro lo Zielona Gora è stato tiratissimo per tutti i 40′ e deciso solo all’ultimo secondo da una tripla dell’uomo provvidenza Jeff Viggiano, che dopo il buzzer beater di Malaga, timbra un altro incredibile finale di partita. In ombra Hackett, asfissiato dalla difesa avversaria che lo costringe a perdere numerosi palloni. Non basta sul fronte polacco i 20 punti di Dragicevic. Aspettando anche gli altri risultati serali, le Top16 ora non sono più in miraggio.

 

Pronti-via e il ritmo è subito molto alto, con le due squadre che vogliono scaricare il più possibile sul parquet la tensione accumulata nelle ore del pre partita. Break e contro break fanno da padrone i primi 10 minuti, vissuti sulla linea sottile dell’equilibrio. Siena prova a scappare sul 7-2 grazie ai 5 pt di Carter, ma Dragicevic ricuce il mini strappo ed impatta. Ci prova Green allora piazzando 7 pt consecutivi a dare slancio alla squadra di coach Crespi, ma lo Zielona si dimostra un osso duro e sorretta da Eyenga e Zamojski mette per la prima volta il naso avanti sul 14-15. Rochestie in penetrazione chiuda la frazione sul 18-17. Secondo quarto che si apre nel segno dell’imprecisione e delle palle perse da ambo le parti, con i due team a cercare troppo spesso la soluzione da oltre l’arco, non ottenendo però buoni risultati. Lo Zielona d’altro canto sembra trovare gli accorgimenti giusti, applicando una difesa asfissiante su Hackett, condizionandolo pesantemente con 1/6 dal tiro e 4 palle perse. Il risultato è che per merito della tripla siderale di Chanas e la fisicità straripante di Eyenga, i polacchi volano sul 24-29. Siena è in confusione, e nel momento più difficile si aggrappa alla sua stella. Daniel Hackett si prende sulle spalle la squadra, e firma 6 punti consecutivi impattando il risultato sul 30-30 alla sirena del primo tempo.

Al rientro dagli spogliatoi, la tripla di Eyenga apre le danze a cui risponde il gioco da 4 punti di Ress. Le due squadre mostrano grande intensità sul parquet di gioco, risultando imprecise sebbene buttino il cuore oltre l’ostacolo. Lo Stelmet arriva sempre prima sulle palle vaganti, e uno straordinario Dragicevic da 17 punti trascina i polacchi avanti nel punteggio fino ad arrivare al 47-49, con cui si chiude la penultima frazione. Siena appare bloccata in fase offensiva, sprecando ottime chance sotto le plance e perdendo sanguinosi palloni nella tre quarti. La Mens Sana rientra per gli ultimi 10 minuti con un altro volto, caricata a mille da coach Crespi che nel timeout scuote i propri ragazzi. Una tripla di Green ed un canestro di Viggiano, riportano la squadra di casa avanti nel punteggio, approfittando anche di un tecnico fischiato a coach Uvalin. I polacchi però non hanno intenzione di mollare e rientrano perfettamente in gara grazie al solito Dragicevic e alla schiacciata solitaria di Brackins, è 55-55 a 5′ dal termine. Hackett prova a caricarsi di responsabilità, ma due triple finite sull ferro e due palle perse, contribuiscono al sorpasso dello Stelmet frutto dei 4 punti consecutivi di Eyenga. Ad un minuto dalla fine succede l’impensabile: l’inerzia della gara è totalmente nelle mani dei polacchi che tuttavia fanno il grave errore di non chiudere il match. La penetrazione di Rochestie firma il -2, ed un successivo tiro sputato il ferro ma raccolto dai lunghi senesi permette a Jeff Viggiano 2″ dal termine di timbrare la tripla determinante per il 60-59. L’ultima azione dello Zielona si infrange e Siena può esultare!