Euroleague, Luca Banchi presenta la sfida al Maccabi: “Difficile pronosticarlo a inizio stagione ma ci meritiamo di essere qui!”

luca banchi, coach, allenatore, milano

Coach Luca Banchi presenta, in un Forum deserto ancora per 24 ore, la sfida con il temibile Maccabi Tel Aviv di Blatt.
Un avversario particolare in un momento particolare della stagione. Un evento difficilmente pronosticabile a inizio stagione, arriviamo con un vissuto in crescendo di rendimento e affidabilità che deve darci la spinta per essere credibili anche a questo livello.
Abbiamo di fronte una squadra costruita su un organico rodato e un sistema affidabile. Un allenatore che per la 9 stagione in carriera occupa la stessa panchina. Una squadra che per 9 volte nelle ultime 10 è entrata nelle migliori 8. Avremo una cornice incredibile e la storia racconta quanto sia entusiasmante giocare a Tel Aviv ma abbiamo l orgoglio di dire che avremo un forum non meno eccitante della Nokia arena. Darà la carica a tutti, staff tifosi giocatori per dare il meglio.Andando nello specifico, hanno una squadra ben rodata e dal processo di aggregazione avanzato. Una squadra che ha perso solo due partite in regolar e una top 16 ottima tenendo distanti squadre agguerrite. Hanno una fortissima caratterizzazione nella loro caparbietà non solo in casa, e dovremo essere particolarmente attenti a essere continui.  Schortsianitis è un fattore assoluto sotto canestro dove lavorano molto bene, senza sottovalutare il pick ‘n roll e il loro tiro dall’arco che è il terzo della lega. Ultimo punto riguarda la presenza accanto a me del mio staff. Dobbiamo riconoscere i meriti di una squadra che ha lavorato molto per essere qui ma anche i meriti di chi ha lavorato con la squadra accelerando processi non affatto scontati. Riuscire a dare un sistema è un merito che va riconosciuto e sentivo l obbligo e il dovere di riconoscere a loro grandissimi meriti sul fatto di poter godere di questa possibilità. Ricordo come abbiamo approcciato la regular season e la top 16 iniziando perdendo ma questo non ci ha impedito di crescere e imparare. Combattiamo con grande determinazione e consapevolezza per essere pronti a un grande appuntamento come quello di domani.”
Il Coach di Milano ha poi continuato parlando del recupero di Langford “procede secondo i piani, manca la forma partita e parliamo di un giocatore dal ruolo prioritario. Non sarà facile reinserirlo e tutto è complicato dall’infortunio di Alessandro Gentile che ci toglie quell’effetto paracadute che poteva dare. Dal punto di vista medico le tappe sono state rispettate ma l’approccio sarà sicuramente duro ma stiamo parlando di un grande professionista e di un giocatore esperto”. Interrogato sulle possibile chiavi tattiche Banchi non si esprime su un particolare aspetto, “parliamo di una squadra estremamente duttile che può passare dal centro di stazza e dominante a quello atletico e verticale, sarà importante e decisiva la cura dei dettagli di partita in partita”, poi chiude con un rapido pronostico sulle altre sfide “vedo favorite le teste di serie ma i campioni non abdicano mai facilmente. L’esperienza delle greche darà filo da torcere agli avversari ma alla fine penso che alle final four andranno Real Madrid, Cska e Barcellona”

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *