Euroleague: Il CSKA rimonta e batte il Real Madrid, Daniel Hackett in finale

Final Four Euroleague Real Madrid CSKA
Final Four della Turkish Airlines Euroleague a Vitoria – Laura Cristaldi (BasletItaly)

VITORIA – Seconda semifinale della Turkish Airlines Euroleague. Dopo la netta vittoria dell’Anadolu Efes nella prima partita, CSKA Mosca e Real Madrid sono scese in campo per decidere la seconda finalista. Al contrario della prima sfida, russi e spagnoli hanno dato vita a un duello acceso e intenso, indeciso fino alle ultime giocate con vittoria del CSKA per 95-90.

Dopo un’ottima partenza di Walter Tavares, autore dei primi due canestro in gioco per il Real Madrid e tre tiri liberi su quattro messi a segno da Daniel Hackett, inserito in quintetto da Dimitris Itoudis, il gioco si è spostato verso gli esterni, con Facundo Campazzo da una parte e Sergio Rodríguez, il grande ex della sfida, dall’altra. Il primo parziale si è chiuso con il Real Madrid avanti 18-22.

Inizio di secondo periodo aggressivo da parte del CSKA, con la determinazione di non lasciarsi scappare i blancos sul marcatore. Uno scatenato Chacho si è guadagnato gli applausi del suo ex pubblico con uno splendido coast-to-coast, e ha rimesso i suoi in partita, essendo il primo giocatore a toccare la doppia cifra. Scambio di canestri con tutti i giocatori sul parquet capaci di trovare il ferro. Una tripla di Trey Thompkins ha riportato il Real Madrid avanti di due possessi palla, per la gioia del pubblico presente. Will Clyburn, grazie a un buzzer-beater da oltre l’arco, ha permesso ai suoi di chiudere a ridosso della squadra di Pablo Laso: 43-45 a favore del Real Madrid all’intervallo.

Una tripla di Rudy Fernández in avvio di ripresa ha ridato il +5 agli spagnoli, Una schiacciata atletica di Clyburn che ha saltato oltre Tavares, 16 centimetri più alto di lui, ha ridato ali alla compagine russa, che comunque ha continuato a soffrire le mille risorse del Real Madrid. Il duello tra Sergio Rodríguez e Facundo Campazzo è stato senza esclusione di colpi, con un 2+1 messo a segno dall’argentino. Anche Gustavo Ayón ha iscritto il suo nome sul tabellino, e Campazzo ha continuato a mettere in mostra la sua classe. La successiva tripla di Anthony Randolph ha portato il Real Madrid in vantaggio oltre la doppia cifra (50-61), costringendo Itoudis al time-out. I russi hanno fatto fatica a trovare la via del canestro, mentre Sergio Llull l’ha facilmente trovato il 2+1. Una tripla del Chacho ha permesso al CSKA di chiudere al di sotto della barriera psicologica dei 10 punti: 65-73.

Fabian Causeur ha continuato a mantenere alto il livello dei blancos; Othello Hunter ha segnato dotto canestro, riducendo lo svantaggio a 7 punti. Sul contropiede successivo Nando De Colo ha rimesso in partita il CSKA, Daniel Hackett, in campo per tutti i minuti della rimonta russa, ha dato il suo importante ed oscuro contributo in difesa, con anche assist e rimbalzi. Nando De Colo ha regalato il -2 dalla lunetta. La partita si è accesa, con falli da entrambi i lati e un Pablo Laso particolarmente nervoso in panchina. Una tripla di Will Clyburn ha fatto segnare il -1 CSKA. Lo stesso Clyburn ha fatto 1/2 dalla linea della carità, pareggiando l’incontro a 80 con 3 minuti e mezzo ancora da giocare. La tripla di Jeffery Taylor ha dato respiro ai blancos.

L’ex Hunter ha segnato il -1 e Randolph ha schiacciato per riportare avanti i suoi. Cory Higgins per l’84-85, e la tripla di De Colo ha dato il vantaggio al CSKA: 87-85 con 1’19” ancora da giocare. Campazzo è stato eliminato per aver commesso il quinto fallo personale ai danni di De Colo, che dalla lunetta si è dimostrato un cecchino. Il sempre attento in difesa Daniel Hackett non ha permesso a Rudy Fernández di prendersi la tripla. Sergio Llull con una tripla delle sue ha rimesso il Real Madrid clamorosamente in partita: 90-91 con 15 secondi ancora da giocare. Buoni i tiri liberi di Cory Higgins e +3 CSKA con pochi secondi da giocare. La tripla dei blancos successiva non è andata e un generosissimo Daniel Hackett in difesa ha evitato il rimbalzo dei blancos.

Nando De Colo e Sergio Rodríguez sono stati i massimi realizzatori per il CSKA con 23 punti a testa. Per Daniel Hackett, che disputerà la sua prima finale dell’Eurolega, 3 punti, 3 rimbalzi, 2 assist e tanta grinta. Per il Real Madrid non sono bastati 17 punti di Fabian Causeur e l’apporto di tutti i componenti della squadra.