Euroleague – Il Barcellona di Bartzokas piazza il colpo esterno vincendo a Tel Aviv

andrew-goudelock-maccabi-tel-aviv-2016-10-13

Si affrontano a Tel Aviv due squadre che puntano senza nascondersi ad entrare tra le prime 8 d’Europa: palla a due tra Maccabi Tel Aviv e Barcellona Lassa.

Gli israeliani vengono da due vittorie ottenute contro Galatasaray e Zalgiris nel tour de force della scorsa settimana e hanno così cambiato marcia dopo le sconfitte delle prime due giornate. Gli spagnoli stanno invece vivendo un incubo a causa dei numerosi infortuni occorsi a Ribas, Doelmann, Navarro e Lawal, ma sono comunque riusciti ad acciuffare la vittoria casalinga contro il Bamberg, dopo essere caduti a Belgrado.

La prima metà di gara propone i ritmi preferiti da Bartzokas, maestro nello snaturare gli attacchi avversari: il Barcellona non spinge in transizione nè la concede, controlla le palle perse e cambia sui blocchi per mettere la museruola al migliore attacco d’Eurolega. Il Maccabi di Hadar, vistesi imbavagliate le principali bocche da fuoco, Goudelock e Weems, si rivolge ai propri centri, Iverson e Zirbes. Entrambi rispondono all’appello ciascuno sfruttando le proprie migliori caratteristiche e chiudono con 13 punti combinati all’intervallo lungo. L’ex Pinar Karsiyaka conclude vicino al ferro tagliando a canestro mentre il mastodontico tedesco si rivela difficilmente arginabile quando riceve in post nel cuore dell’area. Sull’altro lato del campo però i due devono vedersela con un efficace Joey Dorsey, che chiama a raccolta i suoi con giocate di pura energia (9 all’intervallo con 4/4). Tyrese Rice non ci sta a lasciare ad altri la palma di migliore in campo nel suo ritorno a Tel Aviv dopo l’Eurolega vinta nel 2014 e si mette in proprio firmando i 12 punti che consentono ai suoi di ottenere un vantaggio di sei lunghezze dopo due quarti di gara, 34-40.

Nel terzo quarto il copione è lo stesso ma il Maccabi lo interpreta ancora peggio, con numerose palle perse e rimbalzi offensivi concessi agli avversari. Il protagonista dell’allungo di Barcellona è come sempre Rice, che segna da ogni posizione evidenziando la mancanza di un difensore perimetrale d’élite tra gli israeliani. Il Barcellona mantiene la disciplina e allunga nell’ultimo periodo fino al più 20, 49-69. Assente ingiustificato Sonny Weems, mentre Goudelock cerca di uscire dalla morsa difensiva organizzata in suo onore da Bartzokas ma sembra l’unico a crederci davvero fino in fondo. Il Barcellona controlla i tabelloni con Dorsey e un ottimo contributo di Vezenkov, respingendo ogni tentativo di rimonta dei padroni di casa e ottenendo una fondamentale vittoria esterna per 69-79.

Mvp assoluto il grande ex Tyrese Rice che chiude con 21, 3 assist e 1 sola persa, coadiuvato da un Dorsey da 11+11. Inutili gli sforzi di Goudelock, 19, e Smith, 18.

L’impressione è che il vero fenomeno del Barcellona sieda in panchina: Bartzokas ha saputo organizzare la miglior difesa d’Eurolega in breve tempo.

 

11 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *