EL – Recap Gruppo A: Fenerbahce alle Top 16, crisi senza fine per il Real Madrid

Euroleague - SlideArchiviata anche la 7^ giornata del Gruppo A di Eurolega. Ecco il nostro Recap per fare il punto della situazione: 

KHIMKI MOSCA-BAYERN MONACO 70-81 (14-23; 16-19; 21-17; 19-22)

Colpaccio dei bavaresi che riescono nell’impresa di batte a domicilio un Khimki vittorioso una settimana fa addirittura sul parquet dei campioni d’Europa del Real Madrid. Il Bayern ha condotto la gara sin dalla palla a due, dominando la lotta a rimbalzo (49 a 29) ed impedendo ai russi qualsiasi tentativo di ricucire lo strappo. Mvp di serata è John Bryant, autore di 17 punti e 6 rimbalzi, ben coadiuvato dai 14 e 4 assist di Alex Renfroe e dagli 11 e 6 rimbalzi di Savanovic. Nelle fila dei ragazzi di Kurtinaitis pesa l’1/12 da 2 complessivo della coppia Shved-Ryce, mentre a poco servono i 14+8 rimbalzi di Augustine. Con questo successo il Bayern Monaco mantiene vive le speranze di accesso alle Top 16.

Khimki Mosca: Augustin 14, Dragic e Koponen 11

Bayern Monaco: Bryant 17, Renfroe 14, Savanovic 11

 

FENERBAHCE-STRASBURGO 81-64 (22-14; 18-20; 21-13; 20-17)

Tutto facile per la squadra di Obradovic che regola la pratica Strasburgo, vendica la sconfitta dell’andata e si aggiudica l’accesso alle Top 16 con 3 turni d’anticipo. I turchi conducono sin dai primi minuti guidati dal duo Vesely (20 e 5 rimbalzi) e Udoh (15 punti con 6/8 dal campo) che dominano la scena offensiva e firmano il parziale decisivo di 13-0 nel terzo quarto. Nelle fila dei francesi buona prova per BeauboisCollins e Galubovic che terminano tutti e tre con 14 punti a referto, provando in parte a sopperire al 18% francese da 3, e alle 16 palle perse che incanalano però il match dalla parte del Fenerbahce. Nei gialloblu ci sono anche 13 punti per Bogdanovic, mentre il nostro Gigi Datome chiude con 7 punti, 5 rimbalzi e 3 assist in 16 minuti di impiego.

Fenerbahce: Vesely 20, Udoh 15, Bogdanovic 13

Strasburgo: Beaubois 14, Collins 14, Galubovic

 

STELLA ROSSA-REAL MADRID 94-88 (28-18; 18-25; 20-24; 28-21)

Non accenna a fermarsi la crisi del Real Madrid di Pablo Laso, adesso fanalino di coda in solitaria nel Gruppo A. I Campioni d’Europa in carica escono sconfitti anche in Serbia, contro una Stella Rossa trascinata dalla verve di Quincy Miller (24 punti e 7 rimbalzi con 5/7 da 3) e Maik Zirbes (26 punti con il 10/12 dal campo). Per gli spagnoli adesso le Top 16 sembrano davvero un miraggio, con l’onta di una clamorosa eliminazione che minaccia di trasformarsi in una inimmaginabile realtà. A nulla sono serviti, nella sfida di Belgrado, i 16 punti di Ayon e del “Chacho” Rodriguez (9 assist) per svegliare i madrileni dall’incubo: dopo il primo quarto chiuso sotto di 10, il Real ha trovato la forza di reagire e, nonostante un Fernandez da 0 punti in 10′ minuti, è tornato prepotentemente nel match iniziando l’ultimo periodo avanti di 2 lunghezze. Sembrava il preludio al successo scaccia-crisi, ma uno Zirbes in formato monstre insieme ad un Guduric glaciale nei minuti finali, fanno ripombare nel terrore i ragazzi di Laso, regalando un successo tanto imprevisto quanto prezioso al Crvena Zvezda.

Stella Rossa: Zirbes 26, Miller 24, Jovic 12

Real Madrid: Ayon 16, Rodriguez 16, Thompkins 12

 

CLASSIFICA GRUPPO A

Fenerbahce 6-1
Khimki Mosca 4-3
Bayern Monaco 3-4
Strasburgo 3-4
Stella Rossa 3-4
Real Madrid 2-5

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *