Intervista: Daniel Hackett contento della vittoria e della sua vita a Mosca

Daniel Hackett

BARCELLONA – È un Daniel Hackett sereno e sorridente quello che abbiamo incontrato dopo la vittoria del suo CSKA sul campo del FC Barcelona Lassa in Turkish Airlines Euroleague.

“Sono felicissimo. Una vittoria per noi fondamentale che ci tiene vicino alla testa della classifica, una vittoria che arriva dopo una brutta sconfitta a San Pietroburgo in campionato, quindi ci voleva una bella prestazione. Abbiamo lavorato sodo questi tre giorni, gli allenamenti sono stati belli pesanti. La squadra si è compattata e abbiamo fatto una bella prova in un campo sicuramente difficile”.

Una prova personale condizionata dai falli.

“Sì… Nel primo tempo ho preso due falli subito, poi sono rientrato e il terzo fallo subito, quindi è stato un po’ difficoltoso entrare in partita, però poi sono stato chiamato in causa in un momento difficile nel terzo quarto, quando dal -9 abbiamo riportato la partita in carreggiata, quindi sono molto contento delle piccole cose fatte e del lavoro svolto, perché è stata davvero una bella battaglia”.

Siamo passati poi alle considerazioni generali sulla stagione e la vita in Russia.

“Va tutto molto bene. Il gruppo è favoloso, la società è tra le migliori in Europa, quindi sono molto contento. Poi in città si vive bene, ho una bimba piccola e mia moglie è sempre con me, quindi ci troviamo molto bene”.

Nella fredda Mosca, la retroguardia del CSKA è comunque di matrice latina, con un italiano (Daniel Hackett), uno spagnolo (Sergio Rodríguez) e un francese (Nando De Colo).

“Sembra una barzelletta! (Ride) Un italiano, uno spagnolo, un francese… un americano e un russo! Scherzi a parte, ci capiamo, riusciamo a parlare, a capirci bene. Nando e il Chacho parlano anche un po’ di italiano, quindi è una bella atmosfera, speriamo di continuare così”.

Obiettivo chiaro: Final-Four.

“Ovvio! L’obiettivo della squadra sono le Final-Four. L’Eurolega è tosta, è pesante; le squadre sono forti, soprattutto nella parte medio-bassa della classifica c’è un gruppone di ottime squadre che sta lottando per andare ai Playoffs, quindi ogni partita è veramente tirata”.

Sarebbe bello – e plausibile – vedere Daniel Hackett con il CSKA assieme a Gigi Datome e Nicolò Melli con il Fenerbahçe alle Final-Four di Eurolega: un po’ di Italia che trionfa in Europa c’è.

“Cerchiamo di fare il possibile per tenere alti i colori italiani. Gigione e Nicolò hanno già avuto quest’esperienza delle Final-Four, Gigio l’ha vinta, Nicolò ha fatto una bellissima figura lo scorso anno… Spero di poter fare il mio, di migliorare e poi di rivedere tutti quest’estate”.

Per il mondiale in Cina…

“Incrociamo le dita e facciamo un grande augurio ai ragazzi per l’ultima finestra”.