Bobby Brown di rapina: la vendetta è servita campioni d’Europa al tappeto

La Montepaschi Siena espugna il Pireo in casa dei campioni d’Europa dell’Olympiakos per 72-74 dopo un finale di gara assolutamente incredibile. Infatti il solito Spanoulis con cinque punti in fila sembrava aver indirizzato la partita in favore degli ateniesi (72-67) a poco più di trenta secondi dal termine. Ma a questo punto vi è il finale a sorpresa con l’eroe in positivo Bobby Brown per la sua glaciale freddezza dalla lunetta con i tre liberi del pareggio prima, e poi con il  canestro della vittoria in contropiede di stampo quasi calcistico con la squadra avversaria tutta proiettata in attacco alla ricerca della vittoria,

e con l’eroe in negativo Acie Law, si proprio lui che aveva deciso la gara uno del PalaEstra nella serie dei play-off dell’anno passato, che ha sbagliato un comodo canestro da sotto sul 72-69, ha grosse responsabilità per la palla persa sul contropiede di Brown, e per chiudere in bellezza è stato stoppato da Ress sul disperato tiro da tre sulla sirena. La Mens Sana si conferma imbattuta al comando del girone F delle Top 16 a braccetto del Caja Laboral con la palpitante vittoria del Pireo. Squadra di coach Banchi che con un solo colpo si vendica dell’eliminazione patita in Eurolega lo scorso anno contro la formazione greca, e si mette alle spalle il bruciante -30 in campionato contro Sassari con una partita di grande cuore e carattere nonostante le assenze (Ortner e Janning). La palma del migliore in campo va al solito Bobby Brown, ovviamente  per il suo super finale di gara, ma anche per i pesantissimi 22 punti a referto, che hanno consentito alla Montepaschi di mantenersi sempre in linea di galleggiamento. Per i senesi buona prova, anche, di Hackett sempre molto positivo nei finali di gara, quando la palla incomincia a pesare,  di Ress (qualche errore di troppo al tiro, 5/16 al tiro totale,  per l’alpino ma è rimasto sempre in gara con l’atteggiamento giusto) e di un solido Sanikidze nel pitturato. Tra i greci detto dei disastri finali di Law, molto deludente l’astro nascentedel basket ellenico Papanikolaou (4 punti 0/4 al tiro totale) tenuto in panchina nei decisivi minuti finali.

Ad inizio gara la Montepaschi fa fatica in attacco, ed i greci con una tripla di Printezis raggiungono il +6 al 4’ (11-5). La formazione italiana mostra segnali di risveglio in attacco, ma continua a fare fatica in difesa nel proprio pitturato (15-10 al 6’), poi sale in cattedra il solito regale Spanoulis ed i greci raggiungono il massimo vantaggio sul +8 (23-15 al 8’). Kangur e Ress vanno a segno con conclusioni dalla lunga distanza, ed il primo quarto si chiude sul 25-20 per l’Olympiacos. Nella prima meta del secondo quarto non cambia il motivo: greci in vantaggio, Siena ad inseguire a distanza ravvicinata (32-28 al 15’), poi si entra nel Sanikidze time con il georgiano che piazza sette punti in fila, ed  una bomba di Brown chiude il parziale di 3-10 dei biancoverdi (35-38 al 18’). Negli ultimi minuti della seconda frazione non si segna (solo un libero di Perperoglou), e si arriva all’intervallo con Siena avanti di due punti (36-38). Siena va a segno con il primo canestro in uscita dagli spogliatoi (36-40), poi subisce un parziale di 6-0 dei padroni di casa (42-40 al 23’) costringendo al time-out coach Banchi. All’uscita dal time-out Moss sblocca con una tripla la Mens Sana (42-43 al 24’). Il punteggio si abbassa notevolmente ma continua a regnare l’equilibrio (48-48 al 28’), alla fine del terzo quarto è sempre la Mens Sana a mantenere la propria targa avanti con un punticino (51-52 al 30’). Ad inizio terzo quarto il trend non cambia un canestro a testa per le due squadre nei primi tre minuti della frazione decisiva (53-54 al 33’). Le squadre ritrovano ritmo in attacco, ed è perfetta parità a quota 61 quando si entra negli ultimi cinque minuti di gara. I biancorossi ateniesi con un arresto e tiro di Perperoglou ed un facile canestro da sotto volano sul +4 (65-61 al 36’). Banchi chiama un minuto di sospensione e la sua squadra reagisce: quattro punti in fila di Hackett per la nuova parità a 67 ad un minuto e cinquanta secondi dal termine. Spanoulis va a segno una pesantissima tripla frontale, Hackett fa 0/2 dalla lunetta quando si entra nell’ultimo minuto di gioco (70-67 al 39’). Spanoulis va ancora a segno (72-67), ma Ress va a segno con schiacciata (72-69) a ridare speranza a Siena ad una trentina di secondi dal termine. Acie Law sbaglia un incredibile tiro da sotto su rimessa offensiva, Brown sul veloce capovolgimento di gioco subisce fallo da Antic per tre liberi. Brown è glaciale dalla lunetta e realizza tutti e tre liberi a 19 secondi dal termine (72-72). Siena difende forte raddoppiando su Spanoulis ed l’ Olympiacos perde palla, si invola in contropiede Brown che va a segno in lay-up a meno di due secondi dal termine (72-74). I greci chiamano un minuto di sospensione per poter usufruire della rimessa nella metà campo senese, ma il tiro della disperazione di Law viene stoppato dalla difesa senese

Olympiacos Atene-Montepaschi Siena 72-74 (25-20, 36-38, 51-52)

Olympiacos: Hines 13, Law 4, Spanoulis 13, Papanikolaou 4, Perperoglou 9, Shermadini 9, Printezis 7, Sloukas 5, Mantzaris 8

Siena: Brown 22, Ress 10, Hackett 11, Moss 9, Kangur 8, Sanikidze 9, Carraretto 5

Mvp : Bobby Brown

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *