Euroleague Playoffs: Baskonia e Zalgiris, che sorprese! Battono CSKA e Fener in Gara 2

Zalgiris
Sarunas Jasikevicius – Carlos Calvillo per BasketItaly

Doppio “miracolo” nella prima giornata di Gara 2 dei Playoffs di Turkish Airlines Euroleague. Dopo le batoste subite in gara 1 dal Baskonia in trasferta contro il CSKA e dallo Zalgiris Kaunas sul campo del Fenerbahçe, tutto lasciava presagire che le prime due classificate della regular-season si sarebbero qualificate per la Final Four di Vitoria per la via rapida. Invece, CSKA e Fenerbahçe dovranno soffrire per conquistare un posto tra le migliori quattro d’Europa, visto che Baskonia e Zalgiris sono state capaci entrambe di vincere Gara 2 in trasferta e ribaltare quindi il fattore campo.

CSKA Moscow 68-78 Baskonia Vitoria-Gasteiz

Dopo la debacle di gara 1, il Baskonia è riuscito a pareggiare i conti contro l’armata russa al termine di una splendida partita, dominando l’incontro da inizio a fine. La squadra di Velimir Perasovic ha imposto il suo ritmo di gioco ed è rimasta concentrata per 40 minuti. Vincent Poirier è stato il giocatore più rappresentativo dei suoi, con 14 punti (6/6 dal campo), 15 rimbalzi, 2 assist e 4 recuperi per 32 di valutazione. In doppia cifra anche Darrun Hillard (16 punti), Shavon Shields (15) e Patrizio Garino (11). Il CSKA, da parte sua, ha tirato male, con percentuali insolitamente basse di realizzazione (46.9% da due e 30% in triple), e non sono bastati i 15 punti di Cory Higgins o i 14 di Will Clyburn. La squadra di Itoudis non ha avuto scampo. Daniel Hackett ha messo a segno 2 punti in 11 minuti abbondanti di gioco.

Fenerbahçe Beko Istanbul 80-82 Zalgiris Kaunas

Se la sconfitta in casa del CSKA è stata una sorpresa, quella del Fenerbahçe, che fino al momento aveva sempre vinto alla Ülker Arena, lascia ancora più perplessi. Nel caso della vittoria dei ragazzi di Jasikevicius in Gara 2 in trasferta contro i primi della classe viene automatico citare l’impresa dei Clippers di Danilo Gallinari sul parquet degli Warriors di pochi giorni fa. Edgard Ulanovas (20 punti, 7 rimbalzi) è stato il migliore in campo di una squadra che ha adottato l’unica tattica possibile: partire spavaldi e tenere il ritmo altissimo finché il corpo ha retto. E infatti il corpo stava cedendo alla fine, quando negli ultimi minuti di gioco il vantaggio dei lituani si è assottigliato dal +15 al +2.

Gigi Datome è stato il migliore tra i giocatori di Obradovic, e con i suoi 17 punti e 9 rimbalzi (22 di valutazione), ha mantenuto i suoi in gioco fino all’ultimo possesso palla. Il Fenerbahçe ha tirato meglio dalla lunga distanza, ma l’oltre 70% dello Zalgiris in tiri da due è stato decisivo. La curiosità statistica è data dal fatto che, nonostante lo Zalgiris abbai vinto, i turchi hanno registrato una valutazione di squadra maggiore (86-85). Per Nicolò Melli 9 punti, 2 rimbalzi e 2 recuperi.

Le rispettive terze partite in programma la prossima settimana a campi invertiti promettono emozioni a non finire. Martedì 23 aprile alle 19.00 Zalgiris-Fenerbahçe e mercoledì 24 alle 20.30 Baskonia-CSKA.