fbpx

La Reyer Venezia è ancora viva in EuroCup, battuta Oldenburg 82-78

Per il 5°turno di TOP 16 in 7 DAYS EuroCup, al PalaTaliercio di Mestre l’Umana Reyer Venezia sconfigge EWE Baskets Oldenburg 82-78 evitando l’eliminazione dalla competizione continentale. Una vittoria di squadra quella dell’Umana Reyer che torna al successo dopo tre ko consecutivi tra campionato e Coppa. Decide la tripla di Andrea De Nicolao a 13”2 dalla fine dopo che Oldenburg aveva ridotto a -3 il gap dal -9, 78-69, a 2’20”.

Sarà quindi cruciale la sfida del PalaLeonessa contro Brescia del prossimo 3 Marzo per capire se la squadra oro-granata potrà andare avanti nel torneo: si potrà anche qualificare anche perdendo, con uno scarto massimo di 7 punti, pur che Patrasso batta Oldenburg in Germania; in caso di vittoria tedesca, vincere a Brescia sarà necessario data la differenza canestri sfavorevole coi tedeschi.

Cronaca del match

Quintetto Reyer con De Nicolao, Chappell, Bramos, Mazzola e Watt. È una Reyer costretta alla vittoria che si porta già sul +7 dopo 3′ con la tripla di De Nicolao per il 7-0, Schwethelm riduce il gap sul -2 con la bomba, ritorna sul +7 Venezia al 6′ sul 14-7 grazie a Chappell e Vidmar, time-out Oldenburg. Vidmar in difesa è un muro, Chappell e Goudelock in attacco danno alla Reyer il +12, è 24-14 dopo i primi 10′. Vidmar elettrizza il PalaTaliercio con aiuti offensivi importanti ma Oldenburg dopo un tiro da tre non convalidato perchè oltre la sirena dei 24”, dimezza lo svantaggio sul 29-21 con Tyler Larson dopo 13′, time-out De Raffaele. Chappell continua ad aprire la scatola avversaria con la tripla, De Nicolao con la penetrazione dà ancora il +11, 34-23 dopo 14′, time-out Drijencic. Si accende Rasid Mahalbasic che ne segna 11 consecutivi di Oldenburg portando i tedeschi sotto di 7 mentre Venezia si affida a De Nicolao, 41-34 al 18′, time-out De Raffaele. Goudelock piazza il -9, McLain e Paulding “vengono in aiuto” a Mahalbasic per il -4 Oldenburg, il 2/2 di Filloy dalla lunetta chiude il primo tempo sul 45-39 per Venezia.
Si ritorna sul parquet e Venezia migliorando la difesa interna su Mahalbasic, con un break di 7-0 si porta sul massimo vantaggio di +13 al 52-39, è +12 al 24′ dopo canestro in sottomano di Bramos, 54-42 e time-out Oldenburg. Con il 4° fallo di Mazzola e alcune palle perse, Mahalbasic ritorna a fare male alla difesa oro-granata, 54-46 al 26′, time-out De Raffaele. L’antisportivo chiamato a Daye conferma l’inerzia che va a favore della squadra tedesca che riduce il divario sempre più con Venezia incapace di attaccare il ferro, 57-54 al 29′. Viene dato un tecnico alla panchina veneziana e si accende il pubblico reyerino con Vidmar a beccarsi il 5° fallo, Larson ai liberi dà il -1, 57-56 dopo 30′. Ultimo quarto: la coppia Watt – Chappell dà energia alla Reyer che prova lo strappo per il 67-58 a 6’25” dalla fine, ma Oldenburg non vuole mollare con le triple di Tadda e Hobbs, 69-64 a 5’15”. Bramos segna la tripla del +8, ma Mahalbasic e Moore non alzano bandiera bianca, Daye e ancora Bramos a rimbalzo offensivo daà il 78-69 a 2’20” dalla fine, time-out Oldenburg. La tripla di tabella da parte di Mahalbasic, seguita da quella di Larson, non fanno cedere di un millimetro Oldenburg, 79-75 a 42”2 dal termine. Nel momento di emergenza, De Nicolao segna la tripla che dà di fatto la vittoria agli oro-granata a 13”2 dalla fine, segna McClain. Finisce 82-78.

Umana Reyer Venezia – EWE Baskets Oldenburg 82–78 (24-14; 45-39; 57-56)

Venezia: Stone, Bramos 13, Daye 6, De Nicolao 12, Filloy 2, Vidmar 7, Goudelock 10, Chappell 16, Mazzola 2, Pellegrino, Cerella, Watt 14. Coach: Walter De Raffaele.

Oldenburg: Moore 5, Hobbs 3, Sears 8, Tadda 6, McClain 8, Kessen, Amaize 2, Paulding 7, Mahalbasic 24, Schwethelm 3, Larson 12. Coach: Mladen Drijencic.

Arbitri: Damir Javor (Croazia), Ingus Baumanis (Lettonia) e Renaud Geller (Belgio).

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata