Home Coppe Europee EuroCup Finale incredibile al Paladozza, Teodosic manda la Virtus in paradiso

Finale incredibile al Paladozza, Teodosic manda la Virtus in paradiso

0

La Virtus Bologna ritorna al Paladozza per riprendere la propria corsa in 7DAYS EuroCup dopo la battuta d’arresto della scorsa settimana affrontando il Monaco: definita da Sasha Djordjevic la squadra più forte del girone. È ancora Milos Teodosic a prendere per mano i suoi nell’ultimo quarto, decidendo nei minuti finali la partita. Con la vittoria per 77-75 di stasera, le V nere raggiungono Patrasso in testa alla classifica.

Primo quarto giocato punto a punto, con i padroni di casa che rimangono avanti per tutto il parziale guidati da un buon Frank Gaines. Gli ospiti però rimangono attaccati tant’è che lo svantaggio non supera mai i 5 punti.

All’alba del secondo quarto poi, la tripla di Ouattara porta al primo sorpasso. Le V nere però si ricompongono subito e ritornano avanti grazie anche ai 10 punti di Julian Gamble. A 4 minuti dall’intervallo lungo inoltre, la Virtus prova un primo mini allungo fino al +6, che ancora Ouattara dall’arco si premura di spegnere sul nascere, mettendo addirittura i due liberi necessari al sorpasso. Ci pensa Milos Teodosic a mettere la tripla che porta il match a chiudere il primo tempo in parità.

Al rientro in campo I monegaschi partono fortissimo e piazzano un parziale di 0-7 che prova ad indirizzare la partita. Col divario che arriva ad un massimo di 8 punti, ci pensano i soliti Teodosic e Ricci a levare le castagne del fuoco, riportando la propria squadra a-1.

Si arriva all’ultimo periodo con il match in equilibrio ed un solo possesso tra le due squadre. Partono meglio gli ospiti che nei primi 5 minuti tornano a +8. Negli ultimi minuti però i fuoriclasse della squadra di casa accelerano e, in un finale al cardiopalma, Teodosic porta avanti i suoi a 5 secondi dal termine. Monaco chiama il time out e si riporta in parità con O’Brien, ma ancora il fenomeno ex Clippers mette i due punti decisivi (24 in tutto) per il delirio del Paladozza.