EuroCup – Reynolds forza d’urto, Reggio Emilia manda al tappeto lo Zenit nel primo round dei quarti di finale

Reggio Emilia dimentica nel migliore dei modi la brutta sconfitta di sabato e si aggiudica con autorità il primo round dei quarti di finale contro la corazzata russa dello Zenit San Pietroburgo per 7561. Incontenibile Jalen Reynolds con una prova a tutto campo da 19 punti e 11 rimbalzi per un complessivo 29 di valutazione, ma è stata da applausi anche la prestazione di Chris Wright, tra i peggiori nell’ultimo turno di Serie A, con 6 assist, oltre ai soliti Della Valle (15) e Julian Wright (12). La differenza l’ha fatta l’applicazione difensiva dei biancorossi, capaci di frenare il secondo attacco della competizione (88 punti di media) e di vincere la battaglia a rimbalzo 36-21, oltre alla grande fluidità di manovra nella metà campo avversaria (19 assist a 9). Venerdì alle 16 (ora italiana) il secondo match in Russia.

E dire che ci sono voluti ben 16 minuti agli emiliani per passare avanti nel punteggio (2725) dopo un avvio arrembante dei russi, trascinati dall’ex Sassari Drew Gordon. Il primo tempo si è chiuso con la Grissin Bon avanti di 6 lunghezze (3529), poi San Pietroburgo è riuscita ad accorciare fino al -1 al 21′, ma Reggio è tornata a viaggiare con scioltezza in attacco fino al +8 con la tripla di un applicassimo Candi (soprattutto in difesa, 7 rimbalzi) dall’angolino (46-38 al 25′). L’ultimo quarto si è aperto con un 4-0 firmato da Julian Wright e Reggio è volata fino al +15 del 33′ (62-47) dando l’impressione di avere già vinto. Le speranze dei viaggianti si sono aggrappate tutte sui tiri dalla distanza dell’ex Cleveland Karasev (figlio del coach), 19 punti a fine partita, che da solo ha riportato lo Zenit a -7 a 1’30” dall’ultima sirena. La straripanza di Jalen Reynolds però ha fatto la differenza sotto le plance, con l’ex Recanati che negli ultimi 2′ ha conquistato possessi importanti che hanno tenuto a distanza di sicurezza Reggio Emilia prima della tripla dall’angolino del 73-61 di Markoishvili che a 40″ ha fatto saltare di gioia i quasi 4300 del PalaBigi.

 

Il tabellino

GRISSIN BON REGGIO EMILIA – ZENIT SAN PIETROBURGO 75-61 (13-17, 35-29, 54-46)
REGGIO EMILIA: Mussini ne, J.Wright 12, Cand 5i, Della Valle 15, White 2, J.Reynolds 19, Markoishvili 9, C.Wright 5, Cervi 8, Nevels, Llompart, De Vico ne. All. Menetti.
ZENIT: S. Reynolds, Karasev 19, Barinov ne, Vikhrov ne, Voronov 4, Simonovic 3, Whittington, Harper 7, Griffin 10, Kuric 3, Valiev 3, Gordon 12. All. Karasev.

NOTE.
Tiri da 2: R 28/48, Z 12/32.
Tiri da 3: R 3/16, Z 7/22.
Tiri liberi: R 10/11, Z 16/21.
Rimbalzi: R 36 (11 Reynolds), Z 21 (11 Watkins).
Perse: R 11, Z 14.
Rec: R 6, Z 4.
Assist: R 19 (6 C.Wright), Z 9.
Espulso per 5 falli Griffin al 35′. Spettatori: 4280.

4 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *