fbpx
Home Coppe Europee EuroCup EuroCup – Primo ko per l’Aquila Trento, cede a Gran Canaria con onore e a testa alta
EuroCup – Primo ko per l’Aquila Trento, cede a Gran Canaria con onore e a testa alta

EuroCup – Primo ko per l’Aquila Trento, cede a Gran Canaria con onore e a testa alta

0

Per il recupero del round 5 del Girone D della 7 DAYS EuroCup 2020-2021, alla Gran Canaria Arena di Las Palmas la Dolomiti Energia Trento viene battuta dai padroni di casa dell’Herbalife Gran Canaria per 71-61.

Senza il suo pivot titolare JaCorey Williams e quindi con 9 giocatori a referto (considerando anche le assenze di Andrea Mezzanotte e Davide Pascolo per Covid-19), una Dolomiti Energia già qualificata alle TOP 16 della competizione europea, cede con onore nella lunga trasferta spagnola dopo il lungo viaggio che l’ha portata dalla Grecia dove aveva conquistato la qualificazione solo 48 ore prima.

Sulla partita, Trento l’ha persa per tanti, troppi errori al tiro (19/58 da due e 3/21 da tre) e ha pagato alla fine la fatica con Gran Canaria a chiudere il match sulla doppia cifra di vantaggio.

Per Trento Luke Maye chiude con la doppia-doppia da 14 punti e 14 rimbalzi, in casa Gran Canaria 19 per Dimsa e 17 per Shurna, 11 rimbalzi e 5 stoppate per l’ex avellinese Matt Costello, decisivo quindi nella metà campo difensiva.

Cronaca del match

Nel primo quarto Trento produce iniziali difficoltà offensive (9 tiri sbagliati inizialmente) faticando contro la squadra isolana, 10-3 dopo 5′, ma l’Aquila dopo time-out chiamato da coach Brienza con un break di 2-10 guidato da difesa e triple di Maye e Morgan, mette la testa avanti per il 12-13 al 7′. Primo periodo che si chiude in un perfetto equilibrio sul 17-17.

Nonostante i ritmi alti imposti dalla squadra spagnola e i 3 falli spesi da Victor Sanders già nei primi 10′, Trento regge bene con Martin e Browne per il 24-24 dopo 15′. La Dolomiti Energia tira malissimo dal campo (9/35 al 18′) ma resta lì, controllando a rimbalzo e nella metà campo difensiva, ma nell’ultimo minuto l’Herbalife mette una piccola freccia grazie a Santana e Dimsa per il 33-29 all’intervallo, 9/38 al tiro per la Dolomiti Energia.

Si rientra in campo, Dimsa e Okoye con due triple portano Gran Canaria sulla doppia cifra di vantaggio, 39-29 al 21′. E’ ancora +10 per Gran Canaria sul 41-31 al 23′, ma l’Aquila Trento si porta a contatto con un positivo Luke Maye tutto-fare rimbalzista, 41-37 al 26′. John Shurna da il nuovo +9 per la squadra spagnola, ma una coppia di liberi di Gary Browne riduce il divario sul 48-41 dopo 30′ di gioco.

Ultimo quarto. La tripla in transizione di Jeremy Morgan dà il -3 per i bianconeri, 51-48 a 8’32” dalla fine. Gary Browne si accende completamente nell’ultimo quarto dando all’Aquila il -2 sul 55-53 a 6′ dalla sirena finale. Ma Gran Canaria, seppur tante palle perse, è sempre davanti e con Dimsa e Shurna si porta sul 60-53 a 5’10”, time-out coach Brienza. Matt Costello è un muro in difesa e la sua schiacciata a 2’28” per il 67-57 dalla fine sembra mandare i titoli di coda al match. Trento lotta onorevolmente fino alla fine, ma è costretta alla resa. Finisce 71-61.