Home Coppe Europee Eurocup – Cade, si rialza, vola. Con super Hogue, Trento batte in rimonta il Cedevita Zagabria 83-72

Eurocup – Cade, si rialza, vola. Con super Hogue, Trento batte in rimonta il Cedevita Zagabria 83-72

0

La Dolomiti Energia Trentino parte male, sprofonda a meno 18, poi risale maestosa e vola fino al 83-72 con cui batte il Cedevita Zagabria aprendo come meglio non avrebbe potuto il 2018 e la Top 16 di EuroCup. Nona vittoria consecutiva fa campionato e coppa per i trentini, che hanno trovato in Jorge Gutiérrez (15 punti e 9 assist) e Dustin Hogue (27 punti e 39 di valutazione, entrambi record per un giocatore di Trento in EuroCup) i trascinatori nella seconda parte di match.

Successo esaltante dei bianconeri, che hanno ottenuto un risultato ancora più significativo alla luce dell’assenza di Dominique Sutton, fermatosi nella rifinitura per un problema muscolare alla coscia sinistra: lo staff medico bianconero stima di poterlo recuperare nell’arco di una settimana.

La cronaca del match. La partita la approccia meglio la squadra di Zagabria: dopo la tripla di Silins che vale il 5-2 per i padroni di casa infatti arriva un parziale di 8-0 orchestrato da un ottimo Murphy e agevolato da un paio di possessi difensivi poco attenti dei bianconeri. Il timeout di coach Buscaglia e le prime rotazioni non cambiano l’inerzia dell’incontro: l’asse Gutiérrez – Hogue produce 4 punti di qualità, ma l’attacco del Cedevita continua a girare a tutta mentre l’Aquila fatica a trovare continuità in entrambe le metà campo. Il 13-23 con cui si chiudono i primi 10’ si dilata fino al 18-35 su cui Buscaglia spende il secondo timeout della partita: i bianconeri tirano 6/23 dal campo e concedono punti facili in transizione alla squadra ospite, che con una tripla di Ukic aggiorna il massimo vantaggio nella partita (20-38). Avvicinandosi all’intervallo lungo la Dolomiti Energia riesce a limitare i danni (31-42) grazie a una tripla di Shields e ad un paio di canestri da sotto di un ottimo Hogue (13 alla pausa).

Gutiérrez dà il la al terzo quarto allungando il parziale di Trento, e anche quando le triple di Nichols e Ukic ricacciano indietro i padroni di casa ci pensano capitan Forray e il solito monumentale Hogue a riportare i bianconeri a meno 5 (49-54). Flaccadori segna 4 iberi consecutivi, alla tripla di Markota e ai punti di Musa risponde Gomes con la tripla a fil di sirena che chiude il terzo quarto sul 56-62. E’ lo squillo di tromba che lancia la carica bianconera degli ultimi 10’: il condottiero è Jorge Gutiérrez, che si inventa un ultimo quarto da campione assoluto segnando a ripetizione e mandando a canestro i compagni con assist illuminanti.

Dopo il sorpasso firmato dal messicano (una tripla da 8 metri) a far pendere la bilancia dalla parte dei trentini ci pensano anche un paio di sontuosi possessi difensivi di Gomes, che poi si prende il palcoscenico scoccando la tripla che spinge i bianconeri a +8. Due canestri di Shields chiudono il discorso: per Trento è la nona vittoria consecutiva.

Ufficio Stampa Aquila Basket Trento