Home Coppe Europee Eurocup – Brescia affonda sotto i colpi di Ivanovic ed Ejim, il Buducnost vede le TOP 16
Eurocup – Brescia affonda sotto i colpi di Ivanovic ed Ejim, il Buducnost vede le TOP 16

Eurocup – Brescia affonda sotto i colpi di Ivanovic ed Ejim, il Buducnost vede le TOP 16

0

Si infrangono quasi completamente le speranze di qualificazione alla fase successiva di Eurocup per la Germani Brescia. La squadra lombarda non riesce a dare continuità al successo di mercoledì contro il Mornar Bar e viene sconfitta dal Buducnost Voli Podgorica con il punteggio di 75 a 66.

La formazione di coach Esposito non ha la giusta forza e lucidità per contrastare i montenegrini, nel finale risparmia le energie in vista della difficile trasferta di campionato a Brindisi e cede il passo al Buducnost, che espugna il PalaLeonessa A2A di Brescia e si avvicina a staccare il pass per le TOP 16 di Eurocup.

Gli uomini di coach Mijovic, arrivati in Italia non in condizioni ottimali a causa dello stop per un focolaio Covid all’interno del gruppo squadra e con alcune defezioni, reagiscono alla pesante sconfitta casalinga di due giorni fa contro gli spagnoli dell’Unicaja Malaga e conquistano la vittoria grazie alle ottime prestazioni di due vecchie conoscenze del basket italiano: Melvin Ejim, ex Reyer Venezia, autore di 18 punti e 8 rimbalzi e Nikola Ivanovic, ex Orlandina, MVP dell’incontro con i suoi 15 punti e 5 assist, per una valutazione finale di 22.

A Brescia non bastano i 15 punti di Drew Crawford.

CRONACA DEL MATCH

Coach Vincenzo Esposito presenta sul parquet del PalaLeonessa A2A un quintetto con Chery in cabina di regia, Kalinoski, Crawford, Cline e Burns sotto i tabelloni. Dalla parte opposta coach Mijovic risponde con Cobbs, Zugic, Danilo Nikolic, Ejim e Apic.

A prendere in mano il pallino della sfida è la Germani che approfitta dei diversi errori al tiro nei primi tre minuti di gara del Buducnost per portarsi sul 6 a 0. I montenegrini sono imprecisi e faticano a segnare da oltre l’arco dei 6.75, Brescia difende forte, trova ottime spaziature offensive e la tripla di Chery costringe l’allenatore del Buducnost a chiamare, dopo 6 minuti, il primo time out della gara sul 12 a 5. Ejim e Ivanovic provano ad indicare ai compagni la via da seguire e le realizzazioni a cronometro fermo permettono agli ospiti di accorciare le distanze e chiudere il primo quarto a sole 4 lunghezze di ritardo dai padroni di casa sul 21 a 17.

Secondo quarto che inizia sulla falsariga del primo, la Leonessa corre e riesce ad arrivare facilmente al ferro, il Buducnost però non ci sta e rimane aggrappato alla sfida anche grazie ai secondi possessi, convertiti positivamente a canestro, che la squadra di Mijovic riesce a costruirsi dalle situazioni di rimbalzo offensivo. La Germani prova a spingere il pedale dell’accelleratore prima della pausa lunga, Kalinoski mette a referto il settimo punto personale nella sfida e i due canestri in fila di un positivo Ancellotti regalano a Brescia il massimo vantaggio della gara all’intervallo sul +9, 40 a 31.

Al rientro dalle ostilità Burns scrive il +10 Germani ma il Buducnost, che continua a conquistare carambole in attacco, stringe le maglie e aumenta l’aggressività in difesa, Brescia getta diversi palloni alle ortiche e i montenegrini riescono a ricucire il gap e con un parziale di 13 a 0 si portano avanti sul 41 a 44.  Nel finale di quarto è Ivanovic a salire di colpi sia in termini realizzativi che nella gestione dei possessi. Il play serbo serve dei cioccolatini ai compagni che non perdonano nel depositare la sfera a canestro nei pressi del ferro e nel colpire con il tiro dalla lunga distanza. L’inerzia della sfida è nelle mani della formazione montenegrina che chiude la frazione di gioco sul +6 (47 a 53).

All’inizio dell’ultimo periodo Brescia è sulle gambe e non riesce a reagire, la benzina sembra ormai essersi esaurita, l’attacco si inceppa e gli uomini di Mijovic prendono fiducia. Ejim fa 16 e il Buducnost prova la fuga raggiungendo la doppia cifra di vantaggio sul 53 a 66 a 5 minuti dalla fine della partita. La squadra di Esposito perde il filo della gara e gli ospiti ne approfittano per prendere il largo. A mettere il punto esclamativo sulla sfida ci pensa Danilo Nikolic che con le sue giocate affievolisce le speranze di rimonta e di qualificazione di una Leonessa, al tappeto, che esce sconfitta sul parquet di casa con il punteggio di 66 a 75.

TABELLINO

GERMANI BRESCIA – BUDUCNOST VOLI PODGORICA 66 – 75 (21-17,40-31,47-53)

GERMANI BRESCIA: Cline 2, Vitali 0, Parrillo 0, Chery 9, Bortolani 5, Ristic 10, Crawford 15, Burns 8, Kalinoski 9, Moss 0, Sacchetti 4, Ancellotti 4, Bertini /  All. Vincenzo Esposito

BUDUCNOST VOLI PODGORICA: Cobbs 16, Ivanovic 15, Ejim 18, Sehovic 3, D.Nikolic 8, Apic 3, Mitrovic 0, Z.Nikolic 11, Kojicic /, Zugic 1     All. Petar Mijovic

NOTE: Tiri da 2: Brescia 20/42 (47%), Buducnost 18/38 (47%) – Tiri da tre: Brescia 4/16 (25%), Buducnost 6/23 (26%) – Tiri liberi: Brescia 14/17 (82%), Buducnost 21/26 (80%) – Rimbalzi: Brescia 35 (24 RD, 11 RO), Buducnost 40 (24 RD, 16 RO)