Home Coppe Europee EuroCup De Raffaele: “Grande sacrificio dei giocatori, non era semplice dopo Sassari trovare nuove energie”
De Raffaele: “Grande sacrificio dei giocatori, non era semplice dopo Sassari trovare nuove energie”

De Raffaele: “Grande sacrificio dei giocatori, non era semplice dopo Sassari trovare nuove energie”

0

Walter De Raffaele commenta nella sala stampa del PalaTaliercio la vittoria della sua Umana Reyer Venezia sul Bahcesehir Koleji Istanbul per 88-82 dopo tempo supplementare.

“E’ stata una vittoria molto difficile e pesante, perchè la classifica della squadra turca era bugiarda. Una partita che veniva dopo la partita con Sassari quindi con grande difficoltà nel reclutare nuove energie perchè la situazione dell’infermeria, aldilà di ringraziare ancora lo staff medico per avere ancora i giocatori in campo, non è certamente ottimale, quindi c’è stato un grande sacrificio da parte dei giocatori. La partita è stata molto difficile come mi aspettavo, il nostro girone è, senza possibilità di smentita, quello più difficile di tutta EuroCup e quindi ogni partita risulta difficile. Vittoria maturata dopo un supplementare che sicuramente abbiamo meritato, la pecca è non averla chiusa quando eravamo in doppia cifra di vantaggio lasciando tiri aperti agli avversari, e noi ne abbiamo sbagliati tantissimi aperti, compresi poi i tiri liberi. Dobbiamo fare tesoro di questo e recuperare energie.”

“Noi non abbiamo stelle, confidiamo nel nostro sistema offensivo e difensivo, a rotazione tutti possono essere protagonisti. Isaac Fotu sta crescendo e sta diventando un riferimento importante, Michael Bramos non si scopre… Tutti hanno dato il loro apporto, basta vedere Andrea De Nicolao, non era partito bene e alla fine ha messo la tripla che ha chiuso la partita, sono contento per Jeremy Chappell che sta cercando la sua partita buona… A me interessa poco chi segna, a me interessa che la squadra abbia nella crescita del protagonismo dei giocatori, che ci sia un atteggiamento propositivo da parte di tutti. E’ una situazione difficilissima, data l’assenza del pubblico che sembra di essere in Chiesa… Invece la panchina è stata molto propositiva, si sono incitati, quando dicevo nell’auto-motivarsi. Sarà sempre così, non è facile soprattutto dopo partite molto difficili”