Home Coppe Europee Eurocup – Nessun miracolo russo. La Reyer cede contro uno Zenit troppo superiore.

Eurocup – Nessun miracolo russo. La Reyer cede contro uno Zenit troppo superiore.

0

Reyer - Zenit: Janis Timma vs Jeff Viggiano

L’Umana Reyer Venezia cade a Mosca al cospetto dello Zenit San Pietroburgo per 79-72. Alla fine sono pesate troppo le assenze di Green e Ress (problemi muscolari), oltre a quella già famosa di Peric. E pensare che la partenza della Reyer era stata ottima, infatti grazie a un tonico Josh Owens (12 punti) e Goss, conduce di otto punti, 20-28 all’11’. Lo Zenit alza l’intensità nel secondo periodo, grazie ai canestri di Koscheev e Timma prima pareggia il match e con Antipov poi, da’ lo slancio ai russi che chiudono il primo tempo sul +5, 44-39. A inizio ripresa 8 punti consecutivi di Ryan Toolson lanciano lo Zenit per il 55-46 al 24′, Koshcheev non viene frenato in area e lo Zenit si porta sul +12, 63-51 al 26′. Con Jackson in cabina di regia e con un Viggiano sugli scudi, Venezia si fa sotto fino al -4, 65-61 al 29′. Timma e Dowdell ricacciano indietro i lagunari nell’ultimo quarto, 73-61 al 33′. Goss e Savovic provano a riaprire il match, ma ci pensa Toolson a chiudere il discorso partita con 4 punti consecutivi, 79-70 al 38′. 
Nonostante questo K.O., Venezia resta in corsa per il passaggio del turno mentre lo Zenit matematicamente accede alla fase successiva della competizione. Nell’altro incontro del girone, Zielona Gora – Ludwigsburg 76-81.
Questa la classifica del Gruppo L a 40′ dal termine: Zenit San Pietroburgo 8, Venezia, Ludwigsburg e Zielona Gora 4.
Per Venezia obbligo assoluto di vittoria nella prossima gara in casa contro lo Stelmet Zielona Gora
nella speranza che lo Zenit vinca in casa dei tedeschi, dato che il Mhp Riesen ha lo scontro diretto a favore. Se Venezia vince e anche il Ludwigsburg, Venezia sarebbe eliminata.
 
Ora per gli uomini di Recalcati è tempo di concentrarsi in campionato per pensare al posticipo di domenica sera al PalaRadi di Cremona contro la Vanoli Cremona.
 
MVP BasketItaly.it: Janis Timma.
 
Zenit San Pietroburgo – Umana Reyer Venezia 79–72 (20-26; 44-39; 68-61)
 
San Pietroburgo: Antipov 10, Timma 17, Koshcheev 14, Komissarov, Toolson 15, Vikhrov 3, Pushkov 7, Karpukhin 1, Dowdell 10, Solovev n.e., Golovin 2. All. Karasev.
 
Venezia: Goss 13, Bramos 8, Tonut, Jackson 3, Ruzzier 4, Owens 16, Simioni n.e., Ortner 8, Viggiano 11, Savovic 9. All. Recalcati.
 
Arbitri: Petar Obradovic (Bosnia e Erzegovina), David Romano (Israele) e Radomir Vojinovic (Montenegro)
 
Note: TL: 11/17 San Pietroburgo, 9/12 Venezia; T2: 22/46 San Pietroburgo, 24/41 Venezia; T3 8/18 San Pietroburgo, 5/25 Venezia; Rimbalzi: 45 San Pietroburgo (Antipov e Pushkov 10), 29 Venezia (Bramos e Ortner 6); Assist: 17 San Pietroburgo (Timma 5), 12 Venezia (Bramos 4).
 
BasketItaly.it – Riproduzione Riservata