Eurocup – Amarezza Brindisi: sconfitta e polemiche, Le Mans viola il PalaPentassuglia

Piero Bucchi e Daniele Michelutti

Seconda giornata di Eurocup e seconda sconfitta per l’Enel Brindisi, che cade questa volta in casa contro i francesi del Le Mans Sarthe, vittoriosi con il punteggio di 65-72. Match condotto sin dal primo minuto dagli ospiti, più pronti e reattivi fisicamente e atleticamente rispetto ai propri avversari, apparsi giù di tono e mai pienamente in ritmo. I primi venti minuti di gioco sono un monologo transalpino, con Brindisi che fatica tremendamente a trovare la via del canestro, ferma a soli 26 punti segnati.

L’assenza di Scottie Reynolds non aiuta certamente la squadra di coach Piero Bucchi, spaesata senza la classe del proprio play titolare. Le non perfette condizioni fisiche di Banks (leggera contrattura alla coscia) e Kadji (fastidio al ginocchio), rendono ai biancoazzurri la vita molto più difficile di quanto già non lo fosse per la caratura degli avversari. Le Mans scappa via sul +15, vincendo il duello a rimbalzi con 37 carambole conquistate a fronte dei 30 di marca brindisina, e martellando la retina dalla lunga distanza con un 50% da 3 per via delle 8 realizzazioni sui 16 tiri tentati. Brindisi rientra dagli spogliatoi con bel altro piglio, difendendo intensamente e riversando sul parquet tutta la frustazione patita precedentemente. Harris è decisamente il migliore con 19 punti messi a segno, Gagic timbra il cartellino con 7 rimbalzi e 6 assist e l’Enel ricuce fino al -4. Nel momento più critico però Le Mans si ritrova, sorretta dalla grande prova balistica di uno scatenato McKee, MVP del match con 24 punti realizzati e 8/12 dal campo, vero trascinatore dei suoi. Grande delusione per il sodalizio brindisino a causa delle poche presenze per lo storico esordio casalingo in Eurocup, con il presidente Marino a esternare a fine partita tutta la propria profonda amarezza per lo scarso interesse mostrato dalla città. Il dato ufficiale infatti parla di 1850 spettatori accorsi al PalaPentassuglia, seppur in una serata così importante dato anche il prestigio della coppa europea. Brindisi rimane dunque ferma in solitaria in fondo alla classifica, e la prossima sfida sarà la difficile trasferta sul campo di Gran Canaria, finalista della manifestazione nella scorsa edizione e a punteggio pieno dopo due turni.

IL TABELLINO:

ENEL: Banks 8, Cournooh 8, Scott 7, Harris 19, Milosevic 4, Gagic 6, Zerini 4, Kadji 9. 

LE MANS: McKee 24, Lofton 6, James 10, Cornelie 5, Yarou 7, Gelabale 11, Amagou 5, Fall.

TIRI DA 2 PUNTI – ENEL: 17/37, 45%; LE MANS: 17/43, 39%.

TIRI DA 3 PUNTI – ENEL: 5/18, 28%; LE MANS: 8/16. 50%.

RIMBALZI – ENEL: 30 (11 OFF); LE MANS: 37 (14 OFF).

ASSIST – ENEL: 12; LE MANS: 12.

PALLE PERSE – ENEL: 11; LE MANS: 13.

5 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *