Eurocup – Alba malinconica per Brindisi. Berlino vince allo scadere

Bucchi Piero, banks, brindisi

Beffa finale per l’Enel Basket Brindisi, che cade all’ultimo respiro alla Mercedes-Benz Arena di Berlino con il punteggio di 80-79. È Lonchar il match-winner autore del canestro della vittoria a soli 3 centesimi dalla fine dell’incontro. Amaro in bocca per l’Enel, che aveva ormai assaporato il gusto di una vicina vittoria. Non basta un super Adrian Banks, autore di 27 punti con 8/19 dal campo, 8 rimbalzi, 10 falli subiti in 31 minuti per una valutazione di 29. Bene anche Reynolds, in campo per ben 34 minuti e a tabellino con 21 punti, 5 rimbalzi e 4 assist. Per l’Alba il miglior realizzatore è Taylor, a referto con 18 punti.

Parte bene l’Enel che sfrutta l’approccio deficitario dei tedeschi, trovando il solito trascinatore in Banks, a segno con 11 punti in 10 minuti. Brindisi chiude così avanti per 18-28 il primo quarto, capitalizzando alla perfezione i viaggi in lunetta in virtù del 9/9. Dopo la sfuriata di coach Obradovic, arriva la reazione dell’Alba. Strette le maglie in difesa, Brindisi non riesce a trovare la via del canestro per 3 lunghi minuti, permettendo l’aggancio e il sorpasso dei rivali. Taylor innesta il turbo, Reynolds tiene testa e il primo tempo termina sul 42-41. Al rientro dagli spogliatoi i padroni di casa partono a razzo con un 7-0 di parziale. A questo punto però sale in cattedra un super Banks, autore di tre triple consecutive e di 14 punti nel solo quarto, garantendo il +1 ai suoi a 10′ dalla fine. L’ultimo quarto è combattuto, giocato punto a punto ed emozionante. Lonchar realizza il +1 a 25″ dalla sirena finale, Kadji fa il tap-in direttamente dalla rimessa. l’Alba costruisce l’ultimo tiro e realizza il canestro della vittoria a 0.3 dalla sirena con Lonchar.

4 Comments

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *