fbpx

EuroChallenge – Brindisi all’esame orange. Arriva il Den Bosch, leader dell’Eredivisie, per la vetta del gruppo A

Logo Eurochallenge 2015

Serata europea per l’Enel Brindisi, che ospita al PalaPentassuglia con palla a due fissata per le ore 20:45, lo SPM Shooters Den Bosch, capolista del campionato olandese. Match fondamentale per le sorti del girone A, estremamente equilibrato con tre squadre (oltre a costoro anche i tedeschi dell’Ulm) appaiate in vetta con due vittorie e una sconfitta.

All’andata, nella partita d’esordio di questa edizione d’EuroChallenge, al termine di un incontro dai mille risvolti, i padroni di casa olandesi ebbero la meglio con un canestro a 3 secondi dalla fine realizzato da Akerboom. A nulla servì il tentativo di Marcus Denmon, che con una tripla scagliata allo scadere, scheggiò solamente il ferro (al contrario di quanto avvenuto invece in Germania, decisivo con la tripla della vittoria al fotofinish). Il punteggio finale recitava un laconico 71-69, che quest’oggi la squadra di coach Bucchi con il supporto dei propri tifosi, vorrà fermamente cancellare. Una partita dunque di fondamentale importanza, che con un risultato positivo, ribaltando anche la differenza canestri del precedente incontro, permetterebbe a Brindisi di mettere una seria ipoteca sul discorso qualificazione. Vietato sbagliare sarà il mantra della serata.

Il Den Bosch è il leader della Dutch League, dominando il campionato con nove vittorie ed una sola sconfitta, giunta dopo un overtime un mese e mezzo fa. La squadra di coach Sam Jones, specialmente in coppa, si poggia sul fisico del centro Reggie Johnson, un piccolo Sofo per dar conto della stazza e della mole del classe 1989 proveniente dalla D-League. All’andata infatti furono decisivi i suoi 23 punti, maramaldeggiando nell’area pitturata contro Ivanov e Zerini. Ora tuttavia a rintuzzare i suoi colpi ci penseranno Cedric Simmons, già protagonista in positivo al suo ritorno in canotta biancoazzurra, e James Mays, che dopo mesi di stop a causa di un infortunio alla caviglia, ha ripreso a calcare il parquet per 10 minuti nell’ultima partita disputata a Cantù. Ben altra musica quindi. Altro pericolo da non sottovalutare per la difesa brindisina, sarà il play Chris Denson, che viaggia alla media di 19.2 punti in campionato, mentre in coppa abbassa leggermente la media arrivando a 13 punti e 3.3 assist.

Il PalaPentassuglia si prepara a supportare in maniera adeguata i propri beniamini, riempiendo quasi completamente gli spalti. L’Enel dopo gli arrivi di Simmons e Pullen e gli addii di Ivanov e Henry ha cambiato decisamente volto, e si spera anche passo. La vittoria storica e di prestigio al Pianella di Cantù, ha dato un segnale forte a tutto l’ambiente e alle dirette avversarie. Brindisi c’è, e fa sul serio!

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *