Home Coppe Europee EuroChallenge – Brindisi a due volti, sciupa tutto nel secondo tempo e cade in Belgio contro l’Aalstar

EuroChallenge – Brindisi a due volti, sciupa tutto nel secondo tempo e cade in Belgio contro l’Aalstar

0

Logo Eurochallenge 2015

Una sciupona Enel Brindisi perde la seconda partita delle Last16, uscendo sconfitta dal campo dell’Okapi Aalstar con il punteggio di 86-81. Incredibile quanto accaduto, soprattutto pensando e rivedendo i numeri dei primi due quarti, letteralmente dominati dagli uomini di coach Bucchi che hanno chiuso in vantaggio di 16 lunghezze. Riposo deleterio per Brindisi che rimane con la testa e il corpo negli spogliatoi, venendo risucchiata e battuta dai mai domi belgi, capaci di sentire l’odore del sangue e realizzare ben 31 punti nell’ultimo quarto di gioco a fronte dei 16 brindisini. Sonora sconfitta per l’Enel che esce con le ossa rotte dalla trasferta europea. Non bastano i 20 punti di James dinanzi ai 22 punti siglati da Clarke.

Inizio piuttosto blando delle due squadre che faticano ad entrare in ritmo inanellando diversi errori al tiro e commettendo ingenuità piuttosto banali. Tuttavia ci pensa subito Marcus Denmon (4/6 nei primi 10′) ad infiammare la partita, bruciando la retina come al suo solito quando entra in striscia. Dieci i punti del folletto di Kansas City nel primo quarto, subito in doppia cifra, autentico trascinatore dei suoi che consente all’Enel di chiudere la prima frazione avanti di 5 lunghezze (18-23).

La squadra di casa però non ci sta e prova a ribattere colpo su colpo sospinta dall’energia di Lodwick e la classe di Clarke. Brindisi rimane concentrata e con un parziale di 0-7 marchiato dalla tripla di Pullen e dalla verve di Zerini, raggiunge il massimo vantaggio sul 29-40. Il primo tempo si chiude sul 33-49 per l’Enel che allunga definitivamente con la tripla finale di James che firma il suo 13esimo punto personale, miglior realizzatore dei primi due quarti al pari di Clarke.
Al rientro dagli spogliatoi il copione però cambia radicalmente. La squadra belga passo dopo passo prova a rientrare in gara e con un sussulto sul finale del terzo periodo, l’Aalstar chiude il quarto sotto di 10 punti (55-65). Brindisi rallenta e l’Okapi accarezza il sogno di completare la rimonta ricucendo e arrivando fino al -1 con le triple di Braun. Incredibilmente la partita cambia volto con l’Aalst a mettere maggior energia e forza di volontà a fronte di un Brindisi rimasto probabilmente con la testa nello spogliatoio. Ultimi 4 minuti come un supplementare, con le squadre in perfetta parità sul 70-70 e l’inerzia totalmente a favore della squadra di casa. Si riaccende Denmon nel finale innescando un duello scintillante con Clarke. L’Aalstar passa in vantaggio ma perde Tofi (10 pt e 2 rmb) per 5 falli. Brindisi non trova più la via del canestro fallendo numerosi tiri dalla distanza permettendo così all’Aalstar di cogliere un insperata vittoria per quanto visto nei primi 20 minuti. Il tabellone finale recita il punteggio di 86-81. La classifica nel girone I ora è in completa e assoluta parità in quanto tutte e quattro le squadre che compongo il gruppo hanno finora inanellato una vittoria e una sconfitta. Da registrare il netto successo dell’Astana sui rumeni dell’Energia Rovinari Targu per 113-89.

AALSTAR: J.Vermoesen, Tofi 11, J.Vermoesen, Cummard 12, El Khounchar 2, Dreesen 9, Kesteloot 4, Clarke 22, Lodwick 7, Braun 17, Hanavan 2.
ENEL: Pullen 15, Harper 6, James 20, Bulleri, Cournooh, Denmon 15, Zerini 2, Turner 7, Mays 11, Eric 5.

TIRI DA 2 PUNTI – AALSTAR: 30/65, 46%; ENEL: 28/62, 45%.
TIRI DA 3 PUNTI – AALSTAR; 11/30, 36%; ENEL: 10/31, 32%.
RIMBALZI – AALSTAR: 24; ENEL: 36.
ASSIST – AALSTAR: 15; ENEL: 13.
PALLE PERSE – AALSTAR: 13; ENEL: 9.