Champions League – Troppa Virtus Bologna. Ostenda travolta 89-60

ufficio stampa virtus bologna

Dopo la vittoria sui lituani del Neptunas Klaipeda, la Segafredo virtus Bologna si ripete in Champions League e domina in casa al PalaDozza per 89-60 contro i belgi del Filou Oostende. Un match durato di fatto solo il primo quarto fino al 21-22, poi sono risultati decisivi i secondi 10 minuti con le Vunere a dominare gli ospiti con un parziale di 22-3 per il 43-25 di metà partita. Poi, le Vunere hanno gestito il match per l’89-60 finale. Tutti i giocatori a segno in casa bianco-nera, compresi i giovani Pajola, Cappelletti e Berti.

CRONACA_ Nessuno strappo nel primo quarto, sono M’Baye, autore di 8 punti personali, e un ottimo Alessandro Pajola l’anima della Virtus che risponde presente alle folate offensive di Dusan Djordjevic, Fieler e Kesteloot. 21-22 per Ostenda dopo i primi 10′. La formazione belga spreca a inizio seconda frazione perdendo già 7 palloni dopo 12′ (saranno 20 a fine partita), le Vunere ne approfittano con un break di 6-0 grazie alle triple di Martin e Baldi Rossi, 27-22 dopo 12′. Faticano i belgi offensivamente con 0/2 dalla lunetta di Desiron; Kravic e Martin lanciano la Virtus sul +11, 33-22 dopo 14′, time-out Gjergja, il secondo nel giro di 2′. Un ½ ai liberi di Djurisic sblocca Ostenda, ma Cournooh con due triple consecutive fa andare la Virtus sul +14 prima del 2/2 dalla lunetta di Djurisic, 39-25 al 17′, time-out Sacripanti. Continua il super break virtussino causa la rottura prolungata di Ostenda, Cappelletti con i liberi dà il 43-25 con cui si chiude il primo tempo. 22-3 il parziale del secondo quarto.
Si ritorna sul parquet, i belgi ritornano a segnare dal campo con la tripla di Djurisic, ma Qvale sotto le plance è l’assoluto protagonista offensivo per i felsinei in un terzo quarto dove la Virtus vola sul +25, 58-33 al 25′, time-out Ostenda. Si allarga la forbice tra le due formazioni: la Virtus con le triple di Punter e i canestri da sotto di Pajola, Qvale e Kravic tocca il +33 sul 70-37. Il terzo quarto si chiude 70-39. L’ultimo quarto è pura formalità per gli uomini di Sacripanti, entra pure il giovane pivot Matteo Berti e Ostenda non arriverà mai sotto il -26. Berti va segno con due canestri consecutivi, i tifosi virtussini esultano per la vittoria larga. Finisce 89-60.

MVP BasketItaly.it: Amath M’Baye. Finchè c’è stata partita, il trascinatore in attacco della Virtus. Con Qvale e un eccellente Pajola rompe subito la difesa ospite.

Segafredo Virtus Bologna – Filou Oostende 89-60 (21-22; 43-25; 70-39)

Virtus Bologna: Punter 11, Martin 5, Pajola 4, Taylor 3, Baldi Rossi 3, Cappelletti 6, Kravic 6, Aradori 10, Berti 4, M’Baye 14, Cournooh 8, Qvale 15. Coach: Stefano Sacripanti.

Oostende: Willliams ne, Lambrecht 4, Lasisi 7, Schwartz 2, Mwema 7, Desiron 10, Djordjevic 6, Kesteloot 5, Fieler 5, Maric 6, Djurisic 8. Coach: Dario Gjergja.

Arbitri: Janusz Calik (Polonia), Igor Mitrovski (Macedonia) e Martin Horozov (Bulgaria).

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata