7 Days EuroCup: Pioggia di triple si abbatte su Trento. Alla BLM Group Arena passa l’Arka Gdynia

L’ultima carta nel mazzo di Brienza per tentare il tutto per tutto contro la debacle firmata dal play avversario Szubarga, MVP del match

Prosegue con amarezza il cammino dell’Aquila Trento in Europa. Davanti a un pubblico risicato la Dolomiti Energia perde di 11 contro i polacchi del Gdynia (8091). Altra occasione persa di interrompere il momento no.

Un primo quarto gestito a dovere dai padroni di casa che abbozzano un vantaggio traendo profitto dalla morbosa ricerca dei tre punti da parte della squadra polacca (solo 1/9 dalla distanza). Nulla di eclatante per la Dolomiti Energia che tutto sommato esegue il piano partita portandosi dietro ancora lacune mostrate nelle settimane precedenti. Storia totalmente differente nel secondo quarto, col Gdynia che ottiene ragione nell’ostinarsi a cercare il massimo punteggio da un possesso e fa saltare la luce al generatore dell’Aquila trentina. Buona anche la gestione delle incursioni verso canestro.

Nella ripresa Trento raggiunge il fondo del -22, riproducendo nella prima parte del terzo quarto tutti gli errori difensivi e in attacco manifestati nei primi 20 minuti di gioco. Leggermente ritoccato lo svantaggio allo scadere dei trenta minuti, grazie alla guida di Forray e Blackmon. Troppo tardi ormai per sperare nell’ultimo periodo di avere la meglio sui polacchi e fino alla sirena finale sarà l’elastico tra il -14 e il -10 ad affondare una volta per tutte l’Aquila Trento. Appoggiatisi per tanti minuti sulla tenacia di Gentile, ancora alle prese con l’inserimento negli schemi di coach Brienza, i trentini hanno dimostrato per tutta la partita di patire stanchezza e pigrizia, mostrando grosse lacune contro un Gdynia che trova la quadra non solo sui punti dalla distanza ma anche nelle penetrazioni nel pitturato.