Supercoppa LNP, puntata 4: Dinamica Generale Mantova

mantova-logo

LE CONFERME
Gli Stings di Mantova, eliminati al primo turno degli scorsi playoff da Agrigento, rivoluzionano la squadra in off-season confermando solo due giocatori: Lorenzo Gergati e Alessandro Amici. Il primo, insignito del rango di capitano, avrà il compito di far girare la squadra con la sua esperienza, garantendo minuti importanti come play di riserva. Amici invece è atteso alla stagione della consacrazione. L’esterno classe ’91 è ormai nel pieno della sua carriera e se vorrà mettere alla prova il suo talento nella serie maggiore dovrà trascorrere una stagione esaltante a Mantova, aumentando possibilmente la sua media punti portandosi stabilmente in doppia cifra. Giocatore dalla doppia dimensione, abile dal perimetro ma atletico a sufficienza per attaccare il ferro, Amici ha fatto intravedere nelle amichevoli di cosa è capace guidando i suoi quando ancora non erano al completo.

I NUOVI ARRIVI
Il ruolo di play titolare sarà affidato al ’95 Luca Vencato, arrivato da Casalpusterlengo per portare la sua fisicità e la sua attitudine difensiva alla corte di coach Martelossi. Giocatore da tenere sotto osservazione per capire se sarà in grado di gestire le redini di un team ambizioso come Mantova, sua prima grande occasione in carriera. Come guardia e prima punta offensiva designata è arrivato La’Marshall Corbett, passato nella scorsa stagione da Treviso a Jesi, diventando rimpianto dei tifosi trevigiani e artefice della salvezza della formazione marchigiana, con i suoi exploit durante i play out contro Omegna (20 punti di media). Avendo dimostrato di poter segnare con continuità se lasciato libero di prendersi i suoi tiri ma al tempo stesso di essere capace di inserirsi in una squadra profonda come Treviso senza snaturarsi, l’americano avvezzo al livello di A2 darà un solido contributo. Proprio dalla retrocessa Omegna è invece arrivato Andrea Casella, esterno classe ’90 con alle spalle esperienze non troppo esaltanti in serie A che in carriera ha dato il meglio proprio nella serie cadetta. Dovrà giocarsi il posto di titolare con Amici, per il momento avvantaggiato nelle gerarchie di Martelossi. Allungherà le rotazioni degli esterni anche Marco Timperi, giovane guardia l’anno scorso a Rimini in serie B che dovrà lottare per ottenere minuti scalzando i più esperti compagni di reparto. Nel settore lunghi i colpi più importanti della Pallacanestro Mantovana, che ha iniziato la rivoluzione sul mercato firmando per due anni il centro del ’94 Francesco Candussi. Ragazzo dal fisico imponente per la categoria, dovrà rilanciarsi dopo una stagione di scarso utilizzo a Pesaro. La sua capacità in post sarà difficile da arginare per le squadre meno attrezzate, tuttavia dovrà imparare ad essere un fattore anche per quanto riguarda l’intimidazione al ferro, mettendo maggior agonismo in ogni minuto sul parquet. Si alternerà con lui nel ruolo di centro l’esperto Sylvere Bryan, atleta naturalizzato che ben si completa con Candussi per le sue caratteristiche che prevedono aggressività a rimbalzo e in difesa. I due si spartiranno i minuti nello spot di 5, con l’italiano che concederà qualche esperimento a Martelossi venendo schierato da 4 in un lineup da brividi in termini di chili e centimetri. Ad un reparto già così variegato e duttile si aggiungono il giovane Luca Giacomo Rinaldi, classe ’97 alla prima esperienza ad alto livello, e quello che è stato il colpo ad effetto più strabiliante dell’estate mantovana: DeAndre Daniels. Ala grande americana classe ’92, Daniels è stato un protagonista nella cavalcata che ha portato gli Huskies di UConn al titolo Ncaa nel 2014. Draftato alla numero 37 dai Toronto Raptors nello stesso anno, in attesa di una possibilità in Nba disputa una stagione a Perth in Australia con ottimi risultati. Lo scorso anno è stato vittima di un infortunio che lo ha costretto a giocare solo poche partite di D-League e ha fatto calare il suo appeal internazionale. Proprio ora Mantova ha fiutato l’occasione per aggiudicarsi il tiro, l’atletismo e la grinta del giovane temporaneamente finito fuori dai radar americani. Daniels è un lungo perimetrale che avrà un ruolo chiave per aprire l’area avversaria alla potenza dei due centri e alle scorribande di Corbett, consentendo allo stesso tempo di spingere sull’acceleratore in transizione grazie alle sue doti di rimbalzista. Se sano, Daniels è un potenziale fenomeno per la categoria, ma dovrà essere capace di integrarsi con allenatore e compagni prima di trarre un giudizio definitivo. Sicuramente la Dinamica Generale spaventa soprattutto per il suo reparto lunghi, profondo, talentuoso e ben bilanciato.

Registriamo infine i risultati delle amichevoli precedenti l’esordio ufficiale in Supercoppa LNP il 23 settembre alle ore 21:00 all’Unipol Arena di Casalecchio di Reno (BO).

28 agosto Dinamica Generale Mantova – Bakery Piacenza 86-80
31 agosto Dinamica Generale Mantova – Bondi Ferrara 94-77
4 settembre Grissin Bon Reggio Emilia-Dinamica Generale Mantova 99-88
9/10 settembre quadrangolare di Pordenone vittoria in semifinale Dinamica Generale Mantova-De’ Longhi Treviso 74-67 e sconfitta in finale Dinamica Generale Mantova-Alma Trieste 71-83
14 settembre Tezenis Verona-Dinamica Generale Mantova 71-66
17 settembre Bakery Piacenza-Dinamica Generale Mantova 74-80
20 settembre Dinamica Generale Mantova – Grissin Bon Reggio Emilia 69 – 90

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *