Supercoppa LNP, puntata 2: De’ Longhi Treviso

pillastrini-treviso

LE CONFERME
La dirigenza della De’ Longhi Treviso ha compiuto sforzi importanti per confermare pedine chiave della cavalcata fino in semifinale dello scorso anno, riuscendo a mantenere i 3/5 del quintetto base: Matteo Fantinelli, Matteo Negri e Andrea Ancellotti. Il primo, premiato dal titolo di miglior italiano di Lega 2, era stato al centro di voci di mercato che coinvolgevano squadre di serie A, tra cui entrambe le finaliste Reggio Emilia e Milano. Tuttavia, il play classe ’93 è rimasto rinnovando fino al 2018 ed acquisendo la carica di capitano. Questo permetterà a Treviso di farne il perno della squadra in caso di promozione e di incassare buyout se qualche big, attirata da un’altra stagione da protagonista, volesse garantirsi il suo talento facendogli fare il salto di categoria. Stesso discorso vale per l’ala Negri, rinnovato fino al 2018 nonostante avesse giocato un ruolo di secondo piano, anche a causa di problemi fisici, nella semifinale contro la Fortitudo. Ancellotti rimarrà il centro titolare, capace di dare fastidio a qualsiasi avversario grazie all’efficacia dei suoi movimenti offensivi. Dalla panchina si alzerà il giovane Davide Moretti, guardia dal talento cristallino, miglior tiratore dalla lunga della squadra (che presenta proprio in questa specialità la sua più grossa lacuna) ed enorme problema difensivo per coach Pillastrini a causa della scarsa attitudine unita ad un fisico non ancora completamente maturo. Dorde Malbasa dovrà essere in grado di offrire alcuni minuti di riposo ai titolari, così come ha sempre fatto l’esperto Tommaso Rinaldi tra i lunghi. La sua cattiveria agonistica e la tenacia sul campo hanno spesso messo pezze nella difesa trevigiana quando i più morbidi compagni Ancellotti e Powell erano a riposo.

I NUOVI ARRIVI
Per allungare le rotazioni degli esterni e permettere all’allenatore di usare Moretti da guardia tiratrice, è arrivato l’ex Andrea Saccaggi, l’anno scorso ad Agrigento. Il classe ’89 è capace di giostrare in entrambi i ruoli di guardia, permettendo al giovane Moretti di non preoccuparsi della pressione sulla palla e giocando al fianco di Fantinelli all’occorrenza. Entusiasta di essere tornato nella città che lo aveva cresciuto, Saccaggi non si nasconde e ammette che l’obiettivo è migliorare la semifinale dello scorso anno. E nessuno vuole perdere una finale…
I due americani scelti dalla società sono l’esterno Quenton DeCosey e l’ala grande Jesse Perry, entrambi grosse scommesse per motivi diversi. Il primo è un rookie uscito da Temple University, scelto, a detta di Pillastrini, per la sua duttilità che gli consente di essere allo stesso tempo scorer e discreto rimbalzista per la taglia. Nelle prime amichevoli ha però dimostrato di aver bisogno di tempo per adattarsi ad un basket diverso da quello collegiale. Perry invece sembra un giocatore abbastanza simile tecnicamente a Powell: da doppia doppia di media finché rimane concentrato, giocatore irritante quando si estrania dalle partite. Nella sua carriera ha evidenziato problemi comportamentali ad Imola e una scarsa propensione a mettersi in gioco, passando la scorsa stagione nel campionato giapponese. Se disciplinato a dovere da Pillastrini diventerà un’ala grande importante per la serie cadetta, in caso contrario farà disperare i tifosi come fece Powell nelle partite in trasferta al Paladozza della scorsa semifinale.

Proponiamo ora una rapida cernita delle amichevoli della De’ Longhi, che ricordiamo impegnata alle 18:30 del 23 settembre contro Scafati nella Supercoppa LNP.

Torneo Città di Cortina del 2/3 settembre: semifinale De’ Longhi Treviso – Orsi Derthona 66 – 69; finale per il terzo posto De’ Longhi Treviso – Tezenis Verona 83 – 64
Torneo di Pordenone 9/10 settembre: semifinale De’ Longhi Treviso – Dinamica Generale Mantova 67 – 74; finale terzo posto De’ Longhi Treviso – Apu Gsa Udine 73 – 83
Amichevole scrimmage a Ferrara il 14 settembre: i parziali di ogni quarto vedono prevalere la squadra di casa.
Torneo di Caorle 16/17 settembre: semifinale De’ Longhi Treviso – Zalgiris Kaunas 55 – 83; finale terzo posto De’ Longhi Treviso – Rethymno Kings Creta 81-70.

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *