Serie A2 – Playoff: Capo D’Orlando è un rullo compressore: vittoria a Bergamo e finali raggiunte

L’Orlandina vince e convince: sono ormai 19 le vittorie consecutive (l’ultima sconfitta è datata 31/01).

In gara3 archivia la pratica Bergamo in soli 3 quarti, grazie al solito Triche (31 punti anche oggi) e all’altro usa Parks (22 punti); a Bergamo non basta il ritorno di Taylor.

Primo quarto in totale equilibrio, in cui gli attacchi prevalgono sulle difese; a giocate pazzesche dei due usa ospiti rispondono Zugno e Roderick; 32-31 il punteggio al termine del primo parziale.

Nel secondo quarto le percentuali irreali al tiro del primo quarto si abbassano, ma le due squadre continuano a segnare con continuità; a pochi attimi dalla pausa lunga Triche (16 punti nei primi due quarti per lui) segna il primo mini break a favori dei siculi; 49-54 all’intervallo.

Nel terzo quarto il play usa continua a dominare in lungo e in largo, e nonostante coach D’Agnello cambi continuamente il difensore su di lui, il risultato non cambia. Sono 15 i punti nel periodo (su 35 di squadra) e Capo scappa; 66-89 a 10′ dal termine.

Nel quarto periodo Bergamo tenta di avvicinarsi ma la Benfapp resta sempre il totale controllo; 87-104 il punteggio finale.

Per Bergamo si chiude quà una stagione a dir poco straordinaria; appena un anno fa, nel girone est, lottò fino all’ultima giornata per salvarsi, mentre quest’anno, cambiando solo parzialmente il roster, ha raggiunto le semifinali promozione.

Capo D’Orlando arriva invece in finale, dove si scontrerà con una tra Treviso e Treviglio (serie sul 2-0 per i veneti, domani gara3 a Treviglio); con un Triche così, e degli ottimi scudieri al suo fianco, per i tifosi dell’Orlandina sognare è più che lecito.