SERIE A2 EST: Udine, una vittoria per il quarto posto

E’ una partita più importante di quanto possa sembrare quella di domenica per l’APU, che alle 18.00, tra le mura amiche del Carnera, affronterà la Tezenis Verona.

Sono due i punti che distaccano i veneti dai friulani; ecco quindi che con due giornate al termine della regular season, la GSA non può sbagliare. All’andata si impose Verona per 77-66.

Partita inoltre, come la definisce Coach Martelossi, “ottima per entrare in clima playoff”; il coach continua affermando “cercheremo comunque di battere Verona per regalare un’altra gioia ai nostri tifosi, sapendo che la Tezenis ha talento diffuso e può fare canestro con tutti i componenti del quintetto”.

Chiave della partita, come afferma lo stesso coach, sarà il controllo dei rimbalzi, contro il pacchetto lunghi più vario e produttivo della lega, e il contenimento del tiro da tre punti degli scaligeri, rendendo la vita difficile ai loro tiratori.

Mattia Udom, ala della scaligera, presenta invece così la partita:  “Ad Udine sarà una partita importante per vari motivi. Ci avviciniamo ai playoff e questo sarà uno degli ultimi test prima della parte conclusiva della stagione. Inoltre, sia noi che la GSA, siamo in corsa per la terza piazza nella griglia playoff”.

Per i veneti sarà invece fondamentale reggere l’impatto con il Carnera, tra i palazzetti più caldi del campionato, e cercare di non far correre in tranizione l’APU, che con i suoi tiratori può punire da ogni zona del campo.