A2 Ovest – Fiorisce Tinsley, Casale rimonta e batte Agrigento

Foto: ufficio stampa Junior Casale

Agrigento fa tutto bene, fino a un certo punto: toglie dalla partita le torri Pinkins-Martinoni (9 punti in due, 3/14 dal campo), tiene Casale al 40% al tiro per tre quarti, prende una marea di rimbalzi offensivi (13), costringe uno dei migliori attacchi dell’A2 a soli 42 punti dopo 30’. Solo che alla squadra di Ciani esplode tra le mani, imprevisto perché finora non ancora apprezzato, il fattore-Tinsley. Il play americano della Junior, finora autore di partite molto solide e ricche dal punto di vista del contributo alla causa, non aveva ancora espresso prestazioni da vero leader e grandi produzioni di punti. Stasera, mette 10 punti quasi senza errori fra primo e secondo quarto: va a sedersi per un dubbio terzo fallo, quando rientra nel terzo periodo, gira completamente la gara. È lui l’anima della rimonta dal -12, suo il -5 sul 37-42, di nuovo suo il -4 (39-43), con penetrazioni nel pitturato che raramente il pubblico di fede Junior aveva ammirato fino ad oggi. Nel quarto conclusivo, quando Martinoni esprime l’unico acuto della sua pallida gara (la tripla del 47-46), l’americano dell’Oregon inizia a metterla anche da fuori e per Agrigento è notte fonda. Due volte segna il +4 (52-48, 55-51) e a partita ormai chiusa si permette di dare il massimo vantaggio proprio sulla sirena con il 66-56 che chiude la gara. 25 punti per Brad (73% da 2, 50% da 3), visto pure in attimi di trance agonistica inediti per lui, come se si fosse finalmente sbloccato dal punto di vista emotivo e avesse messo da parte alcune relative titubanze osservate nei precedenti turni.

Agrigento sta avanti per 32’ e fino a metà terzo quarto sbaglia quasi nulla nell’interpretazione della sfida. Avanti fin dai primi possessi, mette in ritmo le seconde linee, con Zilli (11+6 rimbalzi al 20’) e Ambrosin (18, 8 in fila nel parziale che porta Agrigento sul +12 in avvio di ripresa) killer silenziosi, mentre Cannon si limita a far giocare i compagni e Bell sta un po’ sulle sue. In difesa, Ciani orchestra una gabbia perfetta sui lunghi Junior, braccati fino ad essere sfiniti e costretti ad errori banali, oltre che poco efficaci a rimbalzo. Alla lunga, però, l’anemia di Bell (solo 4 punti) e la serata no di Pepe al tiro (2 con 0/8 dal campo) inaridiscono le potenzialità dei siciliani, che sparacchiano da fuori (4/21) ma rimangono sempre agganciati e 1’30” dalla fine sono ancora a -4. La Fortitudo riesce nell’impresa di mandare in lunetta Casale solo a 24” dal termine, evento più unico che raro. Per la Junior, sono decisive le fiammate di un Musso che gioca sempre sul filo del rasoio, istintivo, spesso fuori dagli schemi e dalla logica, bravo a compensare autentiche follie con astuzie importanti e veri lampi di genio. L’italoargentino, cui è impossibile chiedere di giocare con un minimo di calma, porta a casa un’altra prestazione di sostanza da 14 punti, 3 rimbalzi, 3 assist e 3 recuperi. Dalla panchina, Valentini dà spettacolo e dà coraggio quando l’attacco sembra girare a vuoto, mettendo triple importantissime per punteggio e morale: 13 punti e un 17 di valutazione perfetta sintesi del suo impatto. Casale raggiunge Agrigento a quota 14 in classifica, a sole due lunghezze dalla capolista Virtus Roma.

Novipiù Casale Monferrato – M Rinnovabili Agrigento 66-56 (18-22, 12-12, 12-11, 24-11)
Novipiù Casale Monferrato: Bradley glen Tinsley 25 (8/11, 3/6), Bernardo Musso 14 (4/7, 2/7), Fabio Valentini 13 (1/1, 3/6), Niccolò Martinoni 5 (1/4, 1/2), Davide Denegri 5 (1/4, 1/6), Kruize Pinkins 4 (0/6, 1/2), Riccardo Cattapan 0 (0/0, 0/0), Leonardo Battistini 0 (0/1, 0/1), Franesco Buzzi 0 (0/0, 0/0), Edoardo Todeschino 0 (0/0, 0/0), Edoardo Giovara 0 (0/0, 0/0), Federico Banchero 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 3 / 4 – Rimbalzi: 34 5 + 29 (Riccardo Cattapan 9) – Assist: 17 (Bradley glen Tinsley, Davide Denegri 4)
M Rinnovabili Agrigento: Lorenzo Ambrosin 18 (5/9, 2/7), Jalen Cannon 12 (3/8, 1/2), Giacomo Zilli 12 (5/11, 0/0), Edoardo Fontana 8 (2/6, 1/1), Amir Bell 4 (2/6, 0/5), Simone Pepe 2 (0/2, 0/6), Dimitri Sousa 0 (0/3, 0/0), Tommaso Guariglia 0 (0/0, 0/0), Giuseppe Cuffaro 0 (0/0, 0/0), Paolo Nicoloso 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 10 / 13 – Rimbalzi: 41 12 + 29 (Giacomo Zilli 10) – Assist: 12 (Amir Bell 4)