A2 Ovest – Casale soffoca tra le sue spire una buona Rieti

La vince alla maniera della Junior versione-Ramondino, la Casale di Ferrari. Per una volta in serata storta al tiro (42% da 2, 28% da 3), i rossoblu alzano un’opposizione ferrea sotto canestro per respingere il duo Jones-Tomassini, 39 punti in due, e tenere Rieti sotto i 60 punti, stroncandola giusto negli ultimi minuti di gioco. Serve un Denegri in grande spolvero (12+9 rimbalzi, 4 offensivi) su entrambi i lati del campo per sbloccare un’impasse preoccupante, con Casale incapace di dare seguito al parziale di 12-0 che nella prima metà del secondo quarto pareva aver segnato il match. Sempre trascinata dalla sua tarantolata guardia, autore del primo break in avvio di periodo, la Novipiù aveva costretto Rieti a oltre sei minuti di astinenza, durante i quali i panchinari reatini avevano abbassato drasticamente la qualità dei possessi e si erano consegnati alle fauci avversarie. Bastava però la riaccensione di Jones per controbattere fino al 30-25 e portare addirittura al sorpasso (37-38) nei primi minuti del terzo quarto, quando Ferrari era costretto a rimescolare le carte per la giornata problematica di Tinsley, l’improvviso mutismo di Pinkins (9 punti nel primo quarto, 0 in quelli centrali) e i falli di Martinoni. Rieti si metteva ad andare programmaticamente in post-basso, per ribaltare il gioco fulminea sfruttando le zone d’ombra della difesa di Casale, senza però ottenere tutti i dividendi sperati. Mentre Casale riemergeva aggrappata alla difesa, erano le giocate rapide di Denegri a tagliare la difesa dei laziali, coadiuvato dalla torre Cattapan, impossibile da superare davanti al ferro. Il parziale di 8-0 a inizio ultimo quarto ha questa coppia come principale artefice. Quando Rossi, nervosissimo tutta la gara, esplode contro gli arbitri dopo un fallo in attacco di Toscano, facendosi espellere Musso con tre liberi a segno su quattro incrementa il vantaggio fino al +12 (60-48), prima dello show di Pinkins, a segno due volte da fuori, che mette la firma definitiva sul match. Gara dalle percentuali basse e con diversi interpreti a basso regime tra i padroni di casa. Rieti ha poco dai lunghi e nel finale si affida totalmente alle sue due bocche da fuoco, ben controllate a quel punto, incapace di cercare soluzioni alternative. Ferrari sta investendo molto nel dare fiducia agli uomini più giovani, Denegri e Valentini lo stanno ripagando con gare di personalità, autoritarie soprattutto nei momenti in cui serve dare una scossa e prendere slancio. Le fortune di Casale passeranno probabilmente da quanto i suoi under potranno crescere e far saltare il banco contro squadre più esperte e rodate.

Novipiù Casale Monferrato – Zeus Energy Group Rieti 70-55 (18-14, 15-11, 14-19, 23-11)
Novipiù Casale Monferrato: Kruize Pinkins 17 (2/7, 3/9), Niccolò Martinoni 13 (5/9, 1/4), Davide Denegri 12 (3/6, 2/6), Bernardo Musso 11 (2/3, 1/5), Fabio Valentini 7 (0/1, 2/5), Bradley glen Tinsley 4 (2/6, 0/2), Riccardo Cattapan 4 (2/3, 0/0), Luca Cesana 2 (0/3, 0/1), Leonardo Battistini 0 (0/0, 0/0), Edoardo Todeschino 0 (0/0, 0/0), Niccolò Lazzeri 0 (0/0, 0/0), Edoardo Giovara 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 11 / 15 – Rimbalzi: 41 13 + 28 (Niccolò Martinoni, Davide Denegri 9) – Assist: 15 (Davide Denegri 4)
Zeus Energy Group Rieti: Bobby Jones 21 (4/10, 3/6), Simone Tomasini 18 (5/11, 2/4), Daniele Toscano 6 (3/8, 0/0), Angelo Gigli 4 (2/4, 0/1), Federico Bonacini 2 (1/5, 0/1), Giovanni Carenza 2 (1/2, 0/2), Aleksa Nikolic 2 (1/1, 0/1), Juan marcos Casini 0 (0/4, 0/3), Leonardo Berrettoni 0 (0/0, 0/0), Edoardo Moretti 0 (0/0, 0/0), Paolo Annibaldi 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 6 / 9 – Rimbalzi: 39 9 + 30 (Daniele Toscano 10) – Assist: 10 (Bobby Jones, Daniele Toscano, Angelo Gigli, Giovanni Carenza 2)