A2 Ovest – Casale fa e disfa ma alla fine ha la meglio su Bergamo

Foto: area comunicazione Junior Casale

Ruvida, rognosa, improvvisamente complicata e sulla via di essere perduta, in fondo – ma proprio in fondo – la gara con Bergamo arride alla Junior Casale, che coglie la quarta vittoria consecutiva solo al supplementare e tiene la testa della classifica in compagnia di Torino. Partita di bassi punteggi e pochi strappi (massimo vantaggio interno 8 punti, esterno 7), con gli ospiti che confermano le buone impressioni sollevate dalle precedenti giornate; il talento non enorme è compensato da coesione ed estrema attenzione, con il giovane manipolo degli italiani (solo un over 25) a ben supportare il talento di Lautier-Ogunleye (20) e Carroll (18). Percentuali basse da 2 (39% Casale, 38% Bergamo) e ai liberi (59% contro 65%) tengono in bilico una contesa che vive di pochi momenti travolgenti e di molti errori, decisa dai guizzi di Tomasini (5 punti filati, la tripla decisiva a 4” dal 45’). La Junior riabbraccia Valentini, fondamentale con le sue tre triple, la più importante quella che riporta i rossoblu avanti nel quarto periodo, dopo essere sprofondati a -7 (da 58-65 a 68-65) e trova, come contro Biella, validi contributi un po’ da tutti. Il predominio a rimbalzo (46-39) è il fondamento per occultare i problemi al tiro, l’atletismo di Sims (9 rimbalzi a consolidare i 20 punti a referto) e Battistini (10) un’arma essenziale per non soccombere contro l’energia dei bergamaschi, Martinoni (doppia-doppia da 12+10) dà sicurezza quando il pallone proprio non vuole entrare. Per i ragazzi di Calvani, prova notevole sul fronte difensivo, con i padroni di casa costretti a rallentare spesso il ritmo e fermare anzitempo il palleggio, costruendosi tiri estemporanei e stando lontano da canestro, nonostante l’apparente miglior qualità nel reparto lunghi. Roberts (solo 6 punti) sta ai margini del match, mentre Zugno in uscita dalla panchina (11, 8 a metà) è il velocista che Casale non sa contenere. Allodi e Parravicini (8, entrambi con due triple a testa segnate nei minuti caldi) i gregari che non ti aspetti, mentre il duo straniero, salito di tono nella ripresa e protagonista del massimo vantaggio a 3’32” dal 40’, va vicino al colpaccio prima della reazione rossoblu. Un equilibrio che non si spezza neanche nel supplementare, dove sono giusto un paio di episodi a indirizzare il risultato finale di 78-74.

Novipiù Casale Monferrato – Bergamo 78-74 (20-13, 19-20, 11-13, 18-22, 10-6)
Novipiù Casale Monferrato: Deshawn Sims 20 (4/14, 2/3), Simone Tomasini 13 (5/9, 1/3), Niccolò Martinoni 12 (4/6, 0/0), Davide Denegri 12 (1/2, 3/4), Fabio Valentini 9 (0/1, 3/5), Chris Roberts 6 (0/4, 1/6), Leonardo Battistini 3 (1/1, 0/1), Luca Cesana 3 (1/4, 0/1), Alessandro Piazza 0 (0/0, 0/0), Leonardo Da campo 0 (0/0, 0/0), Alessandro Sirchia 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 16 / 27 – Rimbalzi: 43 7 + 36 (Niccolò Martinoni, Leonardo Battistini 10) – Assist: 12 (Simone Tomasini 8)
Bergamo: Dwayne Lautier-ogunleye 20 (2/8, 3/6), Jeffrey Carroll 18 (7/10, 0/1), Ruben Zugno 11 (3/7, 1/4), Giovanni Allodi 8 (0/2, 2/6), Matteo Parravicini 8 (0/1, 2/3), Cosimo Costi 4 (2/5, 0/1), Omar Dieng 3 (0/1, 1/3), Davide Bozzetto 2 (1/1, 0/1), Alessandro Marra 0 (0/4, 0/1), Enrico Crimeni 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 17 / 26 – Rimbalzi: 36 6 + 30 (Dwayne Lautier-ogunleye, Jeffrey Carroll, Giovanni Allodi 6) – Assist: 12 (Dwayne Lautier-ogunleye 4)