fbpx

A2 IG Cup – Treviso e Scafati, le regine di Est e Ovest si giocano un posto in semifinale

Sigma Barcellona, Giovanni Perdichizzi

IG Basket Cup 2016. Quello tra la Givova Scafati e la De’ Longhi Treviso è sicuramente il quarto di finale più interessante del lotto della Coppa di A2. Si affrontano infatti le prime dei due gironi, da una parte i campani che dominano la classifica ad Ovest sin dalla prima giornata, dall’altra la squadra trevigiana che, nonostante la sconfitta subita con Trieste nell’ultimo turno, resta in testa alla graduatoria del Girone Est, in coabitazione con Mantova. La partita che si disputerà all’Arena Parigi 1999 di Rimini alle 18,30 può essere senza dubbio considerata come una finale anticipata. Non sarà la prima volta per entrambe le formazioni. Sia Scafati che Treviso infatti, a più riprese, sono state protagoniste delle Finali di Coppa Italia di A2. La squadra veneta, proprio lo scorso campionato, ha partecipato perdendo da Ferentino ai Quarti.

QUI SCAFATI – La Givova, come confermato anche dal patron Nello Longobardi, arriva a Rimini con l’obiettivo chiaro di portare a casa il trofeo. Tutti disponibili gli atleti del roster di Coach Perdichizzi che nell’ultima giornata ha riscattato la discussa sconfitta interna con Agropoli andando ad espugnare il PalaSojourner di Rieti. L’allenatore siciliano potrà contare dunque sui suoi americani Mayo e Simmons apparsi nuovamente in ottime condizioni, il fortissimo gruppo italiano sarà decisivo in una partita dalle rotazioni molto ampie per entrambe le squadre. Proprio Patrick Baldassare, numero 4 della squadra salernitana ha parlato alla vigilia della manifestazione sottolineando come la sfida con la De Longhi Treviso si preannuncia bella ed affascinante da affrontare col massimo della concentrazione preparandosi alla battaglia. Perdichizzi è uno degli allenatori che ha già vinto il trofeo, con Capo D’Orlando quando la Coppa era ancora di Legadue. Da segnalare nella Givova la presenza di un trevigiano doc come Federico Loschi.

QUI TREVISO – Una delle armi su cui potrà contare la Treviso di Pillastrini sarà sicuramente la presenza di una folta rappresentanza di tifosi veneti a Rimini. Per il quarto di finale con Scafati arriveranno circa 300 tifosi che sosteranno la squadra nel quarto di finale. Treviso, squadra giovane ma di sicuro affidamento, potrà contare sui suoi americani Powell e Abbot mentre tra gli italiani è innegabile l’apporto straordinario dato da Fantinelli, ancora una volta tra i migliori giocatori dell’intero campionato. Metabolizzata la sconfitta di Trieste, Pillastrini sa di affrontare forse la squadra più forte del lotto ma confida nella sua formazione.

Il pronostico in queste partite lascia il tempo che trova e dunque c’è tutta la voglia di poter andare avanti in questa competizione. Entrambe le squadre dunque saranno al completo. Scafati parte favorita, siamo sicuri che Treviso venderà cara la pelle.

BasketItaly.it – Riproduzione Riservata

Add a Comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *